Cagnolina con zampetta mozzata in Sicilia, proposta ricompensa per chi trova il responsabile del ferimento

Cagnolina con zampetta mozzata in Sicilia, proposta ricompensa per chi trova il responsabile del ferimento

MAZARA DEL VALLO – Non è ancora stato risolto il mistero del meticcio di labrador scappato venerdì scorso dall’abitazione del suo proprietario in contrada Ramisella a Mazara del Vallo e tornato a casa con una zampetta mozzata.

L’animale, che ha 3 anni e mezzo di vita, è stata recuperata dall’uomo che ha provveduto a portarla dal veterinario. La cagnolina è stata successivamente sottoposta a un intervento chirurgico per bloccare l’emorragia ed evitare l’irreparabile.


Nel frattempo, l’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) e il proprietario del cane hanno presentato una denuncia alla Procura di Marsala. L’esposto, al momento, è contro ignoti e per il reato di maltrattamento di animali.

Non sappiamo se la cagnolina sia rimasta impigliata in una tagliola di qualche bracconiere o sia stata mutilata volontariamente da qualche criminale della zona“, si legge in una nota dell’associazione animalista Aidaa.

Proprio per aiutare a individuare il responsabile o i responsabili di tale atto criminale – prosegue la nota – la nostra associazione propone una ricompensa di 2.500 euro che sarà pagata a chiunque con la sua testimonianza renderà possibile l’individuazione, la cattura e la condanna definitiva dell’autore o degli autori di tale scempio. Le denunce devono essere fatte e sottoscritte direttamente ai carabinieri, non si accettano segnalazioni anonime“, conclude AIDAA.

Immagine di repertorio