Ancora fiamme nell’ex Calcestruzzi Selinunte dove morì un migrante, rogo spento dai vigili del fuoco

Ancora fiamme nell’ex Calcestruzzi Selinunte dove morì un migrante, rogo spento dai vigili del fuoco

CASTELVETRANO – Un nuovo incendio è scoppiato nella giornata di ieri all’interno dell’ex Calcestruzzi Selinunte di Castelvetrano, al confine con il territorio di Campobello di Mazara.

L’area è notata per ospitare un campo spontaneo allestito da circa 600 migranti economici. Il rogo sarebbe partito da una capanna messa in piedi dagli stessi migranti come punto di ristoro.


Sul posto si sono presentati i vigili del fuoco, i quali hanno provveduto a limitare la propagazione dell’incendio e a mettere in sicurezza alcune bombole del gas.

Si tratta dell’ennesimo incendio che si registra nel punto. Già nel mese di settembre era avvenuto un rogo, il quale aveva avuto – purtroppo – conseguenze tragiche con la morte di un giovane migrante.

Immagine di repertorio