Coronavirus Sicilia, ancora un’insegnante vittima del “mostro invisibile”: è morta la prof.ssa Giulia Marino

Coronavirus Sicilia, ancora un’insegnante vittima del “mostro invisibile”: è morta la prof.ssa Giulia Marino

PETROSINO – Il Coronavirus miete un’altra vittima in Sicilia. Il lutto, questa volta, ha colpito il comune di Petrosino, in provincia di Trapani. A causa del virus, infatti, ha perso la vita Giulia Marino, insegnante di 58 anni. Lavorava per l’Istituto scolasticoNosengo“, una scuola che ha già pianto un altro collega sempre per colpa del Covid-19, il vicepreside Natale Pulizzi.

Il Coronavirus ha colpito ancora una volta la nostra comunità scolastica. Dopo la perdita del prof. Natale Pulizzi, oggi, è venuta a mancare la prof.ssa Giulia Marino, docente di Lettere in quiescenza da qualche anno. Il nostro dolore si rinnova e diventa sempre più atroce e insopportabile“, il cordoglio attraverso la pagina Facebook della scuole da parte del dirigente scolastico, Giuseppe Inglese.


Ricordi che si incrociano e ipotetici incontri ultraterreni. Il dolore tra colleghi, familiari e alunni è forte e la comunità scolastica si stringe per non dimenticare il sacrificio dei propri prof.

Docente gentile e rispettosa, onesta e cordiale, che sapeva trasmettere serenità e gioia di vivere ai suoi alunni e ai colleghi. La ricorderemo sempre con stima e affetto, mentre stringiamo in un forte abbraccio la sua amata famiglia. Esprimo le più sentite condoglianze, le mie personali e quelle di tutta la comunità scolastica, alla famiglia della prof.ssa Marino. Cari Giulia e Natale, sono certo che vi sarete già incontrati e abbracciati, adesso che siete nella luce misericordiosa di Dio, proteggeteci e guidate i nostri passi“, conclude il preside.

Tristezza che tocca pure le istituzioni di Petrosino. Il sindaco, Gaspare Giacalone, ha voluto ricordare così la sua cittadina precocemente scomparsa: “Con molta tristezza ho appreso che abbiamo perso per colpa del Covid un’altra nostra amata concittadina, Giulia Marino. Era stata insegnante, dolce e sempre disponibile per gli altri. Esprimo il mio cordoglio ai familiari. Come segno di lutto e di rispetto vi chiedo cortesemente di abbassare le saracinesche delle attività commerciali al passaggio del feretro. A voi cittadini, infine, voglio tornare a esortarvi di evitare ogni assembramento e contatto superfluo con altre persone. Nonostante tutto, facciamoci forza: dovrà finire questo incubo“.

Ancora sofferenza per la comunità Petrosino, che recentemente ha dovuto affrontare il dolore per la morte della madre di tre figli Enza De Lisi, per la quale è stato proclamato il lutto cittadino. Sempre per il Coronavirus, sempre per quella maledetta malattia che ingiustamente porta via i nostri affetti più cari.

Fonte immagine Facebook – Istituto comprensivo “Gesualdo Nosengo” Petrosino – TP