Videogiochi: in che modo ci salvano dall’isolamento, quali sono i free-to-play più in voga - Newsicilia

Videogiochi: in che modo ci salvano dall’isolamento, quali sono i free-to-play più in voga

Videogiochi: in che modo ci salvano dall’isolamento, quali sono i free-to-play più in voga

Criticati da molti perché in tempi normali causerebbero “isolamento sociale” ora ci stanno salvando proprio da quest’ultimo. Parliamo dei videogiochi, un’arma formidabile contro la noia e la reclusione della quarantena. Nell’articolo “Come la tecnologia può aiutarci ai tempi del Coronavirus” abbiamo già accennato alla possibilità di compararli, a prezzi ribassati, su alcuni store online (Steam, Uplay, Origin, Battle.net, Instant Gaming, G2A, GOG, Kinguin, HRK, ecc.), dato che al momento è impossibile per chiunque uscire e acquistare delle copie fisiche in negozio. Oggi ci concentreremo di più sul valore intrinseco dei videogiochi e sui titoli free-to-play che, come suggerisce lo stesso termine, è possibile scaricare senza spendere 1 euro. Innanzitutto, è bene ricordare che i videogiochi, rispetto a un romanzo o una serie televisiva, sono meno “passivi”, nel senso che “ogni videogame ti mette di fronte a una sfida”, risultando più coinvolgente di altri media.

Inoltre, i ragazzi cresciuti a pane e videogiochi sono i primi a riconoscerne il valore: i videogame, infatti, a prescindere da quale piattaforma vengano giocati, mantengono vivi i riflessi, sollecitano la creatività e consentono alla mente, mai come ora, di evadere in mondi virtuali, facendo assaporare un senso di libertà che, seppur fittizio, aiuta a restare lucidi.


Tornando ai giochi free-to-play, tra questi segnaliamo:

  • Apex Legends (PC, PS4, Xbox One), il battle royale di Electronic Arts e Respawn nato da una costola di Titanfall. Nel gioco si affrontano 60 “leggende” attraverso abilità, elementi strategici e customizzazioni;
  • Call of Duty: Warzone (PC, PS4, Xbox One), creato con lo stesso motore grafico di Call of Duty: Modern Warfare. Qui troviamo due modalità: la classica battle royale e “malloppo”, in cui i giocatori devono cercare di agguantare più soldi possibili;
  • Destiny 2 (PC, PS4, Xbox One, Google Stadia), un universo sci-fi da affrontare in co-op o in singolo;
  • eFootball PES 2020 Lite (PC, PS4, Xbox One), si tratta della versione appunto “lite” di PES 2020, edulcorata dalla Master League. Purtroppo sono presenti soltanto 13 squadre e 3 stadi;
  • Fortnite (PC, PS4, Xbox One, Nintendo Switch), uno dei giochi più popolari di sempre, già prima del Coronavirus. Capace d’ispirare film e serie TV, odiato e ammirato da tanti, Fortnite rappresenta il battle royale per eccellenza, possiede delle sfide su base settimanale e si aggiorna di continuo.