Smartphone covo di batteri: più sporchi di una tavoletta del water

Smartphone covo di batteri: più sporchi di una tavoletta del water

Li usiamo per chiamare, per mandare messaggi, per scattare foto, praticamente questi nuovi smartphone sono utilizzati per tutto. Proprio per questo motivo sono sempre con noi. Un oggetto indispensabile che tocchiamo tantissime volte al giorno.

Dunque, quello strumento che reputiamo ormai parte di noi, in realtà è fonte di batteri. Ricerche hanno messo in luce che i cellulari sono addirittura più sporchi di una tavoletta del water. Non ci verrebbe mai in mente di toccare a mani nude un wc, ma quando teniamo il cellulare facciamo un’azione peggiore.



Lo mettiamo sul tavolo, lo portiamo in ufficio, sopra i mezzi pubblici, lo poggiamo in un qualsiasi bancone e spesso lo si dà anche ai bambini, inconsapevoli che le mani sono la prima via di contaminazione da germi che raccogliamo in ogni luogo dove andiamo e che di conseguenza vanno a finire nello schermo.

Qualunque sia la ragione per cui si tocca il telefonino, non si fa altro che trasportare batteri. Essi sono ovunque; alcuni non recano problemi, altri potrebbero risultare pericolosi. Tra i batteri individuati c’è lo staphylococcus aureus che può arrivare a essere responsabile di infezioni che prendono forma di piccole bolle, ascessi alla pelle e altre patologie.


È importante, però, essere a conoscenza del fatto che anche se si viene a contatto con questi batteri, non è detto che si contragga un’infezione. I microrganismi non si comportano allo stesso modo se vanno a intaccare una parte del corpo o un’altra. Infatti, per una può essere semplicemente innocuo, per un’altra anche letale.

Per limitare la proliferazione di germi, è utile innanzitutto pulire almeno una volta a settimana lo schermo dello smartphone con un panno in microfibra umido per cercare di eliminare quasi tutti i batteri più comuni. Una manutenzione migliore occorre effettuarla in inverno a causa dei raffreddori e delle influenze che circolano in quel periodo.

Evitare di portarlo in bagno è un’altra mossa che può aiutare a diminuire i batteri, perché lo sciacquone li diffonde in forma micronizzata. Infine, lavare le mani più volte al giorno visto che sono il mezzo attraverso il quale giungono nello smartphone.

Foto di repertorio