Italia senza Wikipedia per legge sul copyright: i gestori invitano utenti alla protesta - Newsicilia

Italia senza Wikipedia per legge sul copyright: i gestori invitano utenti alla protesta

Italia senza Wikipedia per legge sul copyright: i gestori invitano utenti alla protesta

Dalle  di questa mattina non è più possibile accedere alle voci in lingua italiana di Wikipedia, nota enciclopedia online utilizzata ogni giorno da milioni di utenti di tutto il mondo.

Il motivo sembra essere la nuova direttiva sul diritto d’autore, sulla quale il Parlamento europeo esprimerà il proprio voto domani, 26 marzo 2019.



La norma prevede che gli editori abbiano la possibilità di limitare la diffusione di notizie sui siti web di terze parti. Un problema non indifferente per Wikipedia, che funziona grazie ai contributi degli utenti, in quanto ogni notizia dovrebbe essere sottoposta a rigidi controlli (e in caso di necessità bloccata o censurata) prima di essere pubblicata.

I gestori dell’enciclopedia online hanno richiesto il sostegno della comunità per evitare che questa legge ponga fine al progetto di Wikipedia così come è stato ideato e portato avanti fino alla data odierna. “Questa può essere la nostra ultima opportunità. Aiutaci a salvare il diritto d’autore in Europa”, si legge sul sito web Wikipedia.it da questa mattina.


Segue una spiegazione dettagliata sull’oscuramento della pagina e sui provvedimenti decisivi che potrebbero essere presi nelle prossime ore: “Il 26 marzo il Parlamento europeo voterà su una nuova direttiva sul diritto d’autore, che darà agli editori il potere di limitare la diffusione di notizie e titoli in ogni sito altrui (articolo 11). Costringerà inoltre quasi tutti i siti ad analizzare preventivamente ogni contributo dei propri utenti per bloccarli automaticamente se non autorizzati dalle industrie del copyright (articolo 13)”.

“Entrambi questi articoli rischiano di colpire in modo rilevante la libertà di espressione, la partecipazione e la creatività online. Nonostante Wikipedia possa non essere direttamente toccata da queste norme, il nostro progetto – spiegano gli amministratori dell’enciclopedia libera – è parte dell’ecosistema di Internet. Gli articoli 11 e 13 indebolirebbero il web, e indebolirebbero Wikipedia”.

Fonte: Wikipedia.it

Sotto il lungo messaggio, un invito a protestare contro l’approvazione della direttiva, che ha già portato all’oscuramento delle pagine dell’enciclopedia online in diverse nazioni, come Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia e Danimarca. A un primo sguardo, sembra che il web si stia mobilitando a sostegno di Wikipedia, esprimendo la propria rabbia per l’eliminazione di una possibile risorsa e fonte di informazioni importante (se usata, naturalmente, con criterio e attenzione).

Fonte immagine: Wired

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.