“Informatica umanistica e digital humanities. Origini, contesti d’uso, corsi” è il libro che serve per approcciarsi alla tecnologia dalla prospettiva degli umanisti

“Informatica umanistica e digital humanities. Origini, contesti d’uso, corsi” è il libro che serve per approcciarsi alla tecnologia dalla prospettiva degli umanisti

“Informatica umanistica e digital humanities. Origini, contesti d’uso, corsi” è il libro che serve per approcciarsi alla tecnologia dalla prospettiva degli umanisti

Informatica umanistica e digital humanities. Origini, contesti d’uso, corsi di Alberto Molino, dottore in Comunicazione della Cultura e dello Spettacolo (LM-65) e Scienze della Comunicazione (L-20) e firma del nostro quotidiano, è un’opera che tutti gli amanti della tecnologia e delle “belle lettere” dovrebbero leggere, almeno una volta.


Il testo spiega in breve cosa siano l’informatica, l’umanistica moderna, in che contesti le due scienze s’ibridano dando vita all’informatica umanistica e alle digital humanities e perché il connubio risulta vincente. La trattazione procede per gradi: si raccontano le origini, si parla di pratiche d’uso (dall’istruzione al giornalismo, dai musei alle biblioteche, dal cinema ai videogiochi, ecc.); i tecnicismi, laddove presenti, sono spiegati; e vi è pure una ricca ricerca sui corsi di studio italiani a cui è possibile iscriversi.


Ovviamente è bene sottolineare che la prospettiva del lavoro non è quella di un ingegnere, ma di un sociologo che cerca di trarre conclusioni secondo prassi tipicamente umanistiche. Chi, da neofita, si approccia alla tecnologia troverà nel libro un interessante punto di partenza per approfondire date, luoghi, personaggi e tematiche. D’altronde, parafrasando lo stesso autore, le tecnologie, la rete, le aule didattiche virtuali, i giornali online, i web museum, le biblioteche digitali, la musica on demand, i film in streaming, i videogiochi, ecc. fanno parte della nostra realtà, consentono inedite possibilità di apprendimento ed intrattenimento e modificano i meccanismi di produzione della conoscenza; meccanismi che, se non compresi, ci condurranno alla colonizzazione da parte di informatici, ingegneri o altre figure tecniche.

Informatica umanistica e digital humanities. Origini, contesti d’uso, corsi di Alberto Molino è disponibile in formato Kindle e in versione cartacea al seguente link.