Coronavirus, anche il ciclismo si arrende: slitta la partenza del Giro d’Italia 2020

Coronavirus, anche il ciclismo si arrende: slitta la partenza del Giro d’Italia 2020

Anche il Giro d’Italia si “arrende” alla minaccia Coronavirus e viene rinviato a data da destinarsi.


Tramite un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale, Rcs Sport ha annunciato il rinvio della “corsa rosa” a casa della dichiarazione dello stato d’emergenza il Governo ungherese.

Proprio dall’Ungheria, infatti, avrebbe dovuto prendere il via l’edizione 2020 del Giro. “Di conseguenza il comitato organizzatore delle tappe ungheresi del Giro d’Italia ha dichiarato l’impossibilità di ospitare la grande partenza” del Giro d’Italia “nelle date inizialmente previste“.


La nuova data sarà annunciata non prima del 3 aprile quando termineranno le disposizioni previste” dal decreto legge emanato recentemente dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Nei giorni scorsi, per le stesse motivazioni legate al contagio, era stata cancellata l’edizione 2020 del Giro di Sicilia.

Immagine di repertorio