In viaggio con… Lisa Stansfield

In viaggio con… Lisa Stansfield

Pensavo peggio. Ma, a quanto pare, il mese di ottobre ci sta regalando momenti di estate e di quelle giornate fatte di sole che ti scalda corpo e anima e di luoghi, dove, con un tuffo al cuore te ne stai ad osservare i colori inimitabili, unici e geniali di un fiore che ospita un ape al suo interno.


E così mi fermo un attimo. Trovo una piazzetta circondata dal verde, vedo volare qualche farfalla colorata che col suo battito d’ali mi lancia il suo cenno di saluto: è un’intesa tra due esseri viventi che sanno di appartenere allo stesso mondo.


Mi viene in mente un brano. Lo cerco con la mia chiavetta portatile e schiaccio il tasto play. Penso sia la colonna sonora perfetta per questa giornata.

…”Se potessi cambiare il mondo in cui vivo, la mia vita, oggi non cambierei nemmeno una singola cosa…”.

Questo è l’inizio di “Change” del 1991, primo singolo estratto dall’album “Real love” di Lisa Stansfield.

Una carica di “adrenamusica” fatta di quelle sonorità anni ’90, incontra tutte e cinque i sensi per portarti verso altre dimensioni che non sono quelle terrene. I brividi percorrono la mia schiena e con gli occhi chiusi mi sembra di essere ritornata indietro nel tempo.

Occhi azzurri, capelli di un castano che somiglia quasi ad un tramonto, Lisa Stansfield riesce ad ipnotizzare tutti con la sua incredibile personalità e il suo modo espressivo di cantare fanno d lei un’artista che si è distinta dal resto della massa e la sua voce calda e soul, contraddistinta da un falsetto unico, le permette, nelle note più alte, di riuscire ad acquisire toni decisamente maschili.

L’11 non è soltanto il numero dei suoi album di inediti ma è anche la sua data di nascita di quell’aprile del 1966.

La cosa che mi fa letteralmente impazzire della magica carriera della Stansfield è l’inizio come presentatrice di programmi televisivi per bambini già nel 1983. Ma la musica aveva scelto lei.

All round the world” è il primo singolo estratto dall’album di debutto “Effection”. Del brano, un’altra versione sarà registrata e pubblicata nel 1992 in duetto con il grande Barry White.

Su tutte le stazioni radiofoniche arriverà, prorompente il brano “This is the right time”. Il messaggio è chiaro: “Questo è il momento giusto per credere nell’amore.” Era il 1992.

Sapevate che Lisa Stansfield è stata ed è anche attrice? Ma a dire la verità a noi interessa di più come cantante che come altro. Lei è stata presente anche nei titoli di coda del film che ha fatto il boom di incassi con una grande Whitney Houston in “Guardia del corpo”.

Someday (i’m coming back)” è stata una delle colonne sonore ed era proprio la Stansflield a cantarla, oppure il brano “In all the right palces” del 1993, colonna sonora che ha fatto sognare molti amanti nel film “Proposta indecente” con Demi Moore.

Nel 1997 farà scalpore, non tanto il singolo ma il video di “Never never gonna give you up”, remake di un vecchio successo di Barry White, da lei considerato il suo maggiore ispiratore. La Stansfield, infatti, passeggia nuda per le vie di una città comprandosi dei vestiti lungo il cammino.

The real thing” sarà l’ultimo brano di successo della Stansfield, perché poi si concederà alla vita matrimoniale e a quegli album fatti da remix e greatest hits.

Scommetto che siete già pronti col vostro cellulare nella mani e che su YouTube andrete alla scoperta di ogni singolo brano di questa straordinaria artista. Il risultato? Non ve ne pentirete e il viaggio verso gli anni ’80 e ’90 vi lascerà soddisfatti. A buon intenditor poche parole.