Usano un sacchetto di plastica al posto del preservativo, finiscono in ospedale

Usano un sacchetto di plastica al posto del preservativo, finiscono in ospedale

Usano un sacchetto di plastica al posto del preservativo, finiscono in ospedale

Fino a che punto si può spingere la fantasia di una coppia di giovani innamorati in preda agli ormoni ma troppo timidi per andare a comprare un pacchetto di preservativi?


Ce lo hanno mostrato un ragazzo e una ragazza vietnamiti che non hanno voluto rinunciare a un prezioso momento di intimità, ma non hanno avuto neanche il coraggio (o l’intelligenza) di munirsi dell’opportuno occorrente anticoncezionale.


I due hanno preferito utilizzare un sacchetto di plastica, metodo non solo poco sicuro o addirittura inutile per la contraccezione, ma anche abbastanza pericoloso per la salute di entrambe le parti. 

Potete immaginare com’è andata a finire: i ragazzi sono stati costretti a rivolgersi a un ospedale, dove li hanno curati per gravi lesioni genitali e sottoposti a terapia antibiotica per prevenire infezioni e malattie varie, andando incontro a una “vergogna” ben più grande.

Il loro caso, infatti, è subito diventato virale e la notizia sta arrivando in tutto il mondo, dando spunto per una campagna a favore del sesso sicuro.

I medici condannano qualsiasi metodo anticoncezionale fai da te e raccomandano sempre i metodi più sicuri in commercio già da tempo e accessibili a tutti.

Le ricerche in Vietnam non sono affatto rassicuranti: pochissimi i ragazzi che ammettono di utilizzare il preservativo durante il rapporto sessuale e addirittura un ragazzo su quattro dichiara di preferire il rischio di un rapporto non protetto all’imbarazzo di comprare un pacco di preservativi.

Nel 2016, quasi 2017, il sesso è ancora un taboo inaccessibile anche per i giovani più intraprendenti.