5 Curiosità e storia del mondo dei casino

5 Curiosità e storia del mondo dei casino

Giocare al blackjack online significa vivere a pieno una cultura ludica ricca di storia e curiosità che risalgono anche all’antichità. Dalla loro nascita a Venezia, i casino hanno sempre affascinato anche gli scrittori, i registi e sono entrati di diritto anche nel mondo dell’arte, per questo attraggono sempre più curiosi.

In principio furono i cinesi e gli egiziani a giocare a carte e ai dadi, ma queste nozioni storiche già presenti in numerosi articoli sono nulla al confronto con le curiosità che vi sveleremo nei prossimi paragrafi. Ecco 5 curiosità sui casino.


Il Casino più piccolo al mondo, grande quanto… un taxi

Proprio così, il casino più piccolo al mondo è inglese e si tratta di un taxi con tutti gli accessori e gli strumenti per giocare alla roulette, al poker, a blackjack e slot. Sono presenti servizi esclusivi come bar e Tv satellitare, ovviamente non può mancare il croupier.

Chi ha inventato il Sandwich?

Non poteva che essere un appassionato di casino. Mentre oggi per giocare basta un semplice clic sui siti come Betfair Casino, in altri periodi lontani, il Conte John Montagu doveva trascorrere molte ore tra i tavoli da gioco, tanto da dimenticarsi di andare in bagno e persino di mangiare. Pare che non avesse mai tempo. Un giorno ordinò al suo cameriere di preparargli una bistecca, metterla tra due fette di pane e di servirgliela: ecco che nasce il sandwich.

Una dieta a base di dadi e carte da gioco

Torniamo indietro nel tempo fino all’America del proibizionismo, quando in una bisca clandestina entravano i controlli e i poliziotti effettuavano le retate improvvise, i giocatori di solito mangiavano i dadi e le carte, allo scopo di eliminare le prove che gli avrebbero incriminati per gioco d’azzardo. Stessa tattica utilizzata dagli inglesi nel XVIII secolo.

Il casino prima del 1638

In questo anno veniva aperto il primo in assoluto: il Casino di Venezia. Prima di allora, ci si radunava in bische clandestine ma già ai tempi dei romani era possibile vivere l’esperienza del gambling, anzi, i romani importarono con gioia le abitudini greche di scommettere sulle competizioni delle Olimpiadi e sulle lotte dei gladiatori.

I romani aggiunsero le scommesse sulle corse delle bighe e numerosi giochi di carte. Arrivarono persino a scommettere sulle attività della vita politica e quotidiana. I primi reperti sul gambling risalgono ai cinesi e agli egiziani, i primi giocavano con carte simili a piastrelle, mentre i secondi amavano il gioco dei dadi.

Chi ha inventato la prima slot machine

Come tante invenzioni, la slot machine non nasce come strumento di gambling ma come semplice intrattenimento. Siamo nel 1887 e un certo Charles Fey in Francia lavora come meccanico nella sua officina e ha bisogno di un diversivo per intrattenere i clienti mentre ripara le loro auto. A questo punto costruisce la prima slot al mondo su tre bobine con 5 simboli, tra cui la famosa campana, la slot prende proprio il nome di Liberty Bell. I suoi clienti furono fra i primi al mondo a giocare alla slot.