Reddito di Cittadinanza: posso richiederlo se ho la Partita IVA?

Reddito di Cittadinanza: posso richiederlo se ho la Partita IVA?

Percepisci il Reddito di Cittadinanza e temi di non poter aprire la Partita IVA? Eppure non dovresti avere problemi: la misura è compatibile sia con la Partita IVA, sia con un lavoro dipendente, a patto che non vengano superate le soglie di reddito previste.

Insomma, se apri la Partita IVA (o se ne possiedi una già aperta) puoi comunque beneficiare del Reddito di Cittadinanza. 


A cosa serve questa misura? Quali sono le soglie di reddito entro le quali bisogna rimanere per mantenere il Reddito di Cittadinanza con la Partita IVA ? Sono molti i dubbi che ruotano intorno alla misura e oggi vogliamo chiarirli una volta per tutte. 

Reddito di Cittadinanza: cos’è e a cosa serve?

Il Reddito di Cittadinanza è un sussidio che viene erogato dallo Stato nei confronti dei cittadini che si trovano in una condizione di disagio economico. 

Tale disagio può provenire da due fattori:

  • Mancanza di lavoro, quindi di reddito
  • Reddito troppo basso

Per quale motivo è stata introdotta questa misura? Come saprai, il Reddito di Cittadinanza è stato il cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle ed è stato introdotto per diminuire le disuguaglianze, aiutando coloro che si trovano in una situazione di disagio economico a rialzarsi e rientrare nel mondo del lavoro. 

Quali requisiti servono per beneficiare del Reddito di Cittadinanza?

Come abbiamo anticipato, per beneficiare della misura è necessario rispettare alcuni requisiti, come:

  • Cittadinanza italiana o europea (oppure avere un permesso di soggiorno di lungo periodo UE)
  • Risiedere da almeno 10 anni in Italia
  • ISEE al di sotto dei 9.360€
  • Proprietà immobiliari, esclusa la prima casa, al di sotto dei 30.000€
  • Beni mobili per un valore inferiore a 6.000€, cifra che in particolari situazioni può essere aumentata fino ad un massimo di 10.000€
  • Reddito familiare al di sotto dei 6.000€, oppure 9.360€ per le famiglie che abitano in affitto
  • Divieto di possedere imbarcazioni

Si può richiedere il Reddito di Cittadinanza se si ha la Partita IVA?

Ora che abbiamo capito meglio cos’è e a cosa serve il Reddito di Cittadinanza, torniamo alla questione principale: posso richiederlo se ho una Partita IVA?

Il Reddito di Cittadinanza è compatibile con la Partita IVA, come anche con il lavoro dipendente, a patto che non venga superata la soglia di reddito prevista dal sussidio. 

Quindi, avere una Partita IVA aperta non ti vieta di poter sfruttare i benefici offerti dal Reddito di Cittadinanza. 

Come si fa la domanda? È molto semplice: dovrai dimostrare, al momento della richiesta per ottenere la misura, di avere un reddito inferiore rispetto a quello considerato limite per il  Reddito di Cittadinanza. 

Si può anticipare il Reddito di Cittadinanza per investire nel proprio lavoro autonomo?

A partire dal 2021 è stato creato il bonus Reddito di Cittadinanza, che consente di ottenere un massimo di 4.680€ totali e 780€ mensili per coloro che percepiscono la misura e decidono di investire nella loro attività autonoma. 

Attenzione però: puoi vedere il beneficio revocato se chiudi la Partita IVA prima dell’anno successivo all’ottenimento del bonus oppure se decade almeno uno dei requisiti previsti dalla misura. 

In ogni caso ti consigliamo di rivolgerti ad un consulente fiscale, come Fiscozen , che possa capire insieme a te quello che ti spetta.