Pasqua e Pasquetta come mai viste prima: oltre a uova e scampagnate, ecco le curiosità che in pochi conoscono

Pasqua e Pasquetta come mai viste prima: oltre a uova e scampagnate, ecco le curiosità che in pochi conoscono

Ogni anno Pasqua e Pasquetta sono festività che – anche se celebrate – spesso rimangono sconosciute alla maggior parte degli italiani che le festeggia.

Oltre a sapere, allora, che a Pasqua si mangiano le uova e che a Pasquetta si sta con gli amici, cosa bisogna conoscere della festa cristiana più importante che ci sia?


Il primo punto è la sopracitata affermazione: la Pasqua è la festa più importante della religione cristiana, a differenza di quel che comunemente pensano tutti. Il Natale, infatti, celebrando la nascita di Cristo guadagna un ottimo “secondo posto”, ma è stato durante la sua resurrezione che Gesù ha gettato le basi per la nascita della religione cristiana.

Come per la festa della Befana e per il Natale, inoltre, a Pasqua i genitori possono sbizzarrirsi regalando doni ai propri piccoli, ma specialmente donando loro uova di cioccolato da gustare nei giorni successivi alla festa. In Italia le campane di ogni chiesa o santuario restano in silenzio in segno di rispetto per il dolore della crocifissione di Cristo, mentre in Francia i bimbi aspettano che le campane suonino controllandole dalle finestre, convinti che siano “volate a Roma”: è proprio in quel momento che i genitori nascondono le dolci uova in giro per casa.

Mentre la notte di Pasqua giunge al termine, un nuovo sole lascia sempre spazio alle tanto amate “scampagnate” di Pasquetta, ma da dove deriva questa tradizione? Pare nasca tutto con l’apparizione di Gesù a due discepoli in cammino verso Emmaus: come i due seguaci stavano perseguendo un pellegrinaggio, anche i cristiani annualmente si cimentano in gite fuori porta.

In Italia, infatti, come Santo Stefano – l’indomani del Natale –  il giorno del Lunedì dell’Angelo (la Pasquetta) è ufficialmente un giorno di festa, ma anche in svariati posti del Mondo si festeggia questo giorno: dalla Finlandia al Kenya, fino in Giamaica, Zimbabwe e in Lettonia.

Diversamente, invece, accade in alcuni comuni italiani che la Pasquetta si festeggi il martedì successivo alla Pasqua, tra questi luoghi troviamo anche Nicosia (Enna). In altri, in più, la Pasqua e la Pasquetta si prolungano fino al sabato.