Errore tragicomico di un imprenditore siciliano: multa da 73 euro, ma ne paga 93mila. Il caso a Striscia la Notizia

Errore tragicomico di un imprenditore siciliano: multa da 73 euro, ma ne paga 93mila. Il caso a Striscia la Notizia

Errore tragicomico di un imprenditore siciliano: multa da 73 euro, ma ne paga 93mila. Il caso a Striscia la Notizia

GELA – Disavventura tragicomica per un imprenditore di Gela, nel Nisseno, residente a Milano, il quale si è dovuto rivolgere all’inviato del programma TV “Striscia la Notizia“, Capitan Ventosa, per risolvere il suo problema con il Comune lombardo. Secondo quanto raccontato dall’imprenditore, durante il pagamento di una multa di “appena” 73 euro avvenuto lo scorso novembre, ne avrebbe pagatiper errore” ben 93mila.


Una differenza abnorme versata per una leggerezza nelle casse del Comune di Milano, il quale però non avrebbe ancora restituito il denaro non dovuto. Una situazione altamente di disagio, non solo per l’imprenditore siciliano, ma soprattutto per i dipendenti della sua azienda. Stando alle sue parole, infatti, i 93mila euro che avrebbe pagato per sbaglio apparterrebbero al conto aziendale della sua impresa. Dunque, sarebbero importanti per gli stipendi e le tredicesime dei lavoratori.

Sempre secondo le dichiarazioni dell’imprenditore “disattento”, il Comune di Milano restituirà i soldi non dovuti soltanto a marzo 2020… sempre salvo imprevisti. Il tutto, barricandosi dietro la burocrazia.


Una burocrazia, però, in questo caso, ingiusta. Stando infatti alle dichiarazioni di un avvocato specializzato intervistato nel corso del servizio da Capitan Ventosa, nel caso contrario, ovvero se il Comune avesse versato per errore dei soldi non dovuti a un comune cittadino, i tempi di restituzione sarebbero molto più brevi, andando dai 10 ai 15 giorni di attesa. Subito dopo l’intervento dell’inviato di “Striscia la Notizia”, però, il Comune di Milano ha fatto sapere che restituirà il denaro nel più breve tempo possibile.

Fonte immagine Mediaset