Decreto aprile, reddito di emergenza e aumento del bonus ai lavoratori autonomi: le misure per aiutare gli italiani

Decreto aprile, reddito di emergenza e aumento del bonus ai lavoratori autonomi: le misure per aiutare gli italiani

Decreto aprile, reddito di emergenza e aumento del bonus ai lavoratori autonomi: le misure per aiutare gli italiani

Il Reddito di emergenza (Rem) è una delle misure allo studio del Governo per venire incontro agli italiani che versano in difficoltà economiche aggravatesi a causa dell’emergenza Coronavirus e del lockdown che da quasi 2 mesi sta bloccando il Paese.


L’aiuto economico dovrebbe essere inserito tra i provvedimenti del cosiddetto “Decreto aprile“, accanto al quale dovrebbe figurare anche l’aumento del bonus ai lavoratori autonomi (che da 600 euro salirà a 800 e sarà rinnovato automaticamente a chi lo ha già ricevuto a marzo).


Nel dettaglio, per quanto riguarda il Rem, stando alle ultime ipotesi pare che la cifra da stanziare per ogni famiglia vari in base al numero di componenti del nucleo familiare (come accade già per il reddito di cittadinanza). Potrebbe quindi oscillare tra i 400 euro per i single e arrivare a un massimo di 800 euro, come accennato dal ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo.

La misura del reddito di emergenza, che potrebbe avere durata di 2-3 mesi, dovrebbe essere rivolta a quella fascia di popolazione che non ha né reddito, né altri ammortizzatori sociali.

Infine, per quanto concerne le piccole imprese, potrebbe essere prevista la possibilità di accedere a un prestito – non a fondo perduto – con il quale far fronte alle spese degli affitti commerciali o delle bollette. I requisiti per accedere a queste somme di denaro, però, non sono ancora stati definiti.

Si starebbe valutando, inoltre, l’eventualità di eliminare alcune tasse o di dare un intervento di liquidità a fondo perduto, come già fatto da altri Paesi alle prese con l’emergenza Covid-19.

Immagine di repertorio