Alberi, luci e tanto altro nella "città del Natale": un viaggio per scoprire Londra in festa - FOTO

Alberi, luci e tanto altro nella “città del Natale”: un viaggio per scoprire Londra in festa – FOTO

Alberi, luci e tanto altro nella “città del Natale”: un viaggio per scoprire Londra in festa – FOTO

Quale miglior momento, se non quello natalizio, per approfittare di una vacanza o anche solo di uno sguardo verso “magici” posti fuori dalla Sicilia.


In effetti, non pochi sono i siciliani emigrati all’estero, forse per una vita migliore, forse per uno svago di un paio di giorni.


Nella lista delle città predilette, i figli della Trinacria, e non solo, scelgono Londra, capitale dell’Inghilterra e del Regno Unito.

Una parola che fa balzare subito in mente un mix di storia e luoghi da scoprire. Una città considerata ormai pioniera nel mondo del lavoro.

Già descritto in tal modo si presenta come un posto particolarmente interessante. Ma dietro c’è molto di più, tanto che non si riesce a stabilire un inizio e una possibile fine di quanto si può raccontare.

Intanto, coloro che decidono di fare visita in città non devono preoccuparsi di come spostarsi. I mezzi pubblici sono molto efficienti e presentano una grande varietà, dai puntuali taxi, ai famosi bus rossi su due piani, per finire con la metro, nota come Underground.

Uno straniero a Londra, in un momento magico come il Natale, probabilmente concluderebbe la prima tappa passando da Westminster, sede del governo, per poi essere attratto dal rosso del London Eye, riflesso sul fiume Tamigi.

Dopo aver ammirato la grande ruota panoramica, il giro potrebbe proseguire passando per il Big Ben, la famosa Torre dell’Orologio di Westminster, anche se al momento in manutenzione.

Dopo aver fatto una foto nelle famose cabine telefoniche rosse, con sopra la scritta “telephone”, la passeggiata potrebbe proseguire attraversando il Tamigi, da un ponte all’altro.

Di questi ultimi il più importante è il Tower Bridge, uno dei simboli della capitale, il quale deriva il proprio nome dalla vicina Torre di Londra.

Parallelamente al Tower Bridge, c’è un altro famoso ponte, recentemente al centro dell’attenzione per quanto accaduto lo scorso novembre.

I riflettori questa volta sono puntati sul London Bridge, dal quale si possono ammirare dei veri e propri grattacieli. Proprio uno di questi, The Shard, coinvolge ancora di più gli italiani se si considera che è stato ideato dal connazionale e grande architetto, Renzo Piano.

Nei tragitti per raggiungere i posti in questione, ad accompagnare ci sono le strade addobbate a festa, peraltro molto sentita dagli inglesi, i quali vanno in giro con i cappelli di Babbo Natale, con dei maglioni o con altri accessori rigorosamente a tema.

Dopo un’occhiata alle maggiori attrazioni, per sentirsi completamente “investiti” dallo spirito natalizio è d’obbligo fare un salto al Winter Wonderland, evento natalizio annuale che viene organizzato all’interno dell’Hyde Park, dove ci si può sbizzarrire tra degustazioni di cibo di culture diverse, giostre, boccali di birra e tanta musica.

Non lontano dal posto in questione, e dunque raggiungibile a piedi da coloro speranzosi di incontrare la regina Elisabetta, si trova Buckingham Palace, la residenza ufficiale vigilata dai cosiddetti Coldstream Guards, uomini appartenenti al reggimento dell’esercito britannico, considerati particolari per ciò che indossano in testa, il colbacco.

Di certo, bisogna anche mangiare qualcosa tra una tappa e l’altra. Quale migliore occasione per provare il famoso cibo “london style”, come il fish and chips, magari in famosi quartieri quale Camden Town.

Quest’ultimo è uno dei luoghi più gettonati di Londra e al tempo stesso considerato “alternativo” per le facciate che si possono ammirare lungo la strada. Tappa imperdibile del posto, il Camden Market, mercato in cui si trovano le specialità culinarie, e non solo, di diverse nazioni, tra cui un settore dedicato interamente all’Italia.

Per concludere con i punti più importanti, non bisogna dimenticare che Londra è famosa anche per la cinematografia. Poiché ci si trova in piene festività natalizie, per conciliare tale aspetto al cinema, non si può non pensare a “Il diario di Bridget Jones”. Il noto film romantico ambientato a Londra durante il periodo delle feste.

A tal proposito, per i nostalgici potrebbe essere interessante rivivere in prima persona diverse scene del film, partendo proprio dal quartiere del Borough Market, al numero 8 di Bedale Street. Qui si può osservare la casa di Bridget Jones dove, come tutti ricorderanno, la “zitella a vita” balla sul divano in pigiama rosso, sulle note di “All by myself”.

In ogni caso, Londra è un enorme centro che accoglie chiunque facendolo sentire a casa propria. Dunque, da soli, in coppia o in gruppo, nella “città del Natale” non ci si annoia mai tra i tanti posti da visitare e gli eventi a cui partecipare, specialmente in questi giorni.