Trapani-Juve Stabia 1-2, gelo al “Provinciale”: i granata si illudono con Taugourdeau e si fanno rimontare nel finale

Trapani-Juve Stabia 1-2, gelo al “Provinciale”: i granata si illudono con Taugourdeau e si fanno rimontare nel finale

TRAPANI – Sconfitta pesante per il Trapani di Baldini che si piega per 1-2 contro la Juve Stabia nello “spareggio” salvezza del “Provinciale”. Ancora una volta le “vespe” riescono ad avere la meglio dei siciliani così come avvenuto lo scorso anno in occasione della volata promozione in Serie B. Il Trapani apre per primo le danze con una magia su punizione di Taugourdeau, ma soccombe nel finale con le reti di Canotto e Forte.

Baldini arretra un giocatore dalla linea d’attacco posizionando Moscati alle spalle della coppia Pettinari-Nzola. Caserta fa di necessità virtù e si affida all’esperienza di Vitiello in difesa, mentre in attacco vara il tridente Canotto-Forte-Bifulco per spingere subito il piede sull’acceleratore.


Prova a scuotere subito il match la Juve Stabia con Canotto che dopo una bella sgroppata impegna Carnesecchi in una parata in due tempi. Più aggressiva in questa prima fase di match la formazione di Caserta, che ci tenta ancora con Bifulco al minuto 11′ ma l’estremo difensore di casa risponde nuovamente presente.

Poco dopo è sempre l’esterno sinistro gialloblù a rendersi pericoloso che per poco non indirizza in porta un cross di Canotto. Il Trapani, letti gli iniziali tentativi offensivi degli ospiti abili a ripartire in contropiede, riescono a prendere le misure e alzano il proprio baricentro. Al 19′ Pettinari si conquista una punizione invitante dal limite, alla battuta si presenta lo specialista Taugourdeau che disegna un destro perfetto che fulmina il portiere ospite.



Trapani in vantaggio alla prima vera occasione e “Provinciale” che si alza in piedi per esultare alla marcatura. Gol importante per la formazione di Baldini, che spezza l’equilibrio nel momento migliore degli ospiti che devono ora rincorrere. Il Trapani cresce, Nzola mette apprensione ai centrali dello Stabia che duellano per non essere superati dall’incedere del francese.

I granata si distinguono anche per un buon pressing sul portatore di palla avversario. Al 24′ Colpani scalda i guanti di Russo con una conclusione potente ma centrale che viene respinta a fatica. Passata la paura, la Juve Stabia prova a impostare in fase offensiva e quasi riesce a trovare la rete del pari con una bella conclusione del solito Bifulco, ma Carnesecchi si fa trovare pronto. Al 39′ proteste della Juve Stabia per un presunto tocco di mano di Pagliarulo in area trapanese.

Al 43′ la panchina gialloblù esulta per la rovesciata vincente di Forte che manda il pallone alle spalle di Carnesecchi, ma il direttore di gara annulla tutto per una presunta spinta ai danni di Pagliarulo. Da applausi, però, il gesto atletico della punta. Il primo tempo si conclude quindi senza recupero ma con numerose recriminazioni in casa stabiese.

La ripresa si apre con la novità Cauz al posto di Jakimovski che non riesce a proseguire. Il primo squillo della seconda frazione arriva al 49′ e porta la firma di Pettinari con un destro che finisce fuori di poco. Un minuto dopo è Colpani a provarci impegnando Russo in una respinta d’istinto. La Juve Stabia inizia a sentire il profumo del possibile raddoppio e Caserta incita i suoi a osare di più.

Al 60′ da un corner Troest sale in cielo e incorna in direzione della porta del Trapani, ma Carnesecchi ancora una volta non esista e si oppone. L’occasione non basta e gli ospiti sfruttano le corsie laterali con un Germoni instancabile per scardinare la retroguardia di casa. Con la squadra di Caserta in fase di spinta, il Trapani bada a difendere il risultato e ad accelerare in fase di contropiede.

In una di queste occasioni al 72′ il neoentrato Scaglia crea un pertugio clamoroso per Nzola, ma lo spiovente indirizzato all’attaccante francese finisce incredibilmente tra i guantoni di Russo che interviene approfittando dell’indecisione dell’avversario. Al minuto 79′ gli sforzi della Juve Stabia vengono finalmente premiati con lo spunto dell’ex Canotto che si incunea in area, posiziona il mirino e scarica in porta un diagonale chirurgico che spiazza Carnesecchi.

Il finale di match è incandescente con gli ospiti galvanizzati per la rete del pari e il Trapani che vede vanificati i propri sforzi. Al minuto 88′ si consuma il dramma per i padroni di casa: calcio d’angolo per la Juve Stabia e Forte si avventa prima di tutti sulla sfera e la indirizza in porta. La squadra di Caserta festeggia per i primi tre punti conquistati in campionato, mentre le speranze dei granata si infrangono al 93′ sul colpo di testa in area di Luperini che sfiora la rete del clamoroso pari.

IL TABELLINO

Trapani (4-3-1-2): Carnesecchi; Del Prete, Scognamillo, Pagliarulo, Jakimovski; Luperini, Taugourdeau, Colpani; Moscati; Pettinari, Nzola. Allenatore: Francesco Baldini.

Juve Stabia (4-3-3): Russo; Vitiello, Mezavilla, Troest, Germoni; Mallamo, Calò, Calvano; Canotto, Forte, Bifulco. Allenatore: Fabio Caserta

Marcatori: 20′ Taugourdeau (T), 79′ Canotto (J), 88′ Forte (J)

Ammoniti: 17′ Del Prete (T), 33′ Scognamillo (T), 75′ Mallamo (J), 80′ Canotto (J), 89′ Forte (J), 95′ Nzola (T)

Sostituzioni Trapani: 46′ Cauz/Jakimovski, 63′ Candela/Colpani, 69′ Scaglia/Moscati

Sostituzioni Juve Stabia: 53′ Elia/Bifulco, 78′ Rossi/Mallamo, 81′ Melara/Canotto

Recupero: 0′ PT, 5′ ST

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata