Spinesi e Del Core, i 23mila del “Massimino”: undici anni fa il Catania in Serie A

Spinesi e Del Core, i 23mila del “Massimino”: undici anni fa il Catania in Serie A

CATANIA – Una bella pagina di storia, indimenticabile per tutti i tifosi rossazzurri: undici anni fa, il Catania festeggiava la sua quarta promozione in Serie A.

Era il 28 maggio 2006, una torrida giornata con un sole fortissimo che illuminava (e accaldava) lo stadio “Angelo Massimino” di Catania. Ad attendere i rossazzurri allora allenati da Pasquale Marino c’era l’Albinoleffe di Emiliano Mondonico, lo stesso mister che guidava la Cremonese allo storico spareggio di Roma nel giugno 1983 con 40.000 catanesi all’Olimpico.

Agli etnei serviva una vittoria per ottenere la promozione attesa da 23 anni e fu più complicato del previsto conquistare quei tre punti, anche perché l’Albinoleffe giocava per evitare i playout retrocessione (che alla fine disputerà e vincerà contro l’Avellino).

Non c’era spazio per i tifosi seriani, quelli rossazzurri avevano occupato anche la “gabbia” del settore ospite. 23mila voci a sostegno del Calcio Catania, che aveva disputato un campionato straordinario confermandosi rivelazione del torneo a discapito del Torino che per salire di categoria sarebbe dovuto passare dai playoff.

Al 15′ del primo tempo Gionatha Spinesi, capocannoniere del Catania e terzo nella classifica marcatori (23), sfrutta un cross dalla destra di Baiocco e buca il portiere avversario Ginestra. A quel punto, la partita però viene addormentata dai rossazzurri ma non abbastanza da negare la rete del pareggio ospite al 41′ con il pallonetto di Russo che scavalca Pantanelli.

Nella ripresa, poi, il Catania assume un’altra fisionomia di gioco e lotta per conquistare la vittoria e la promozione. Dopo i numerosi assedi, alla fine la rete è di colui che non ti aspetti: Umberto Del Core, subentrato ad Orazio Russo, viene pescato in area da Caserta e anticipa Ginestra in uscita. Solo la conclusione di Previtali nel finale ha messo un brivido agli etnei, che alla fine hanno potuto festeggiare la promozione con il risultato di 2-1 rendendo vano il contemporaneo successo del Torino contro la Cremonese (3-0, ndr).

Dopo quella stagione, che vide il Catania concludere al secondo posto con 78 punti (22 vittorie, 12 pareggi e 8 sconfitte), i rossazzurri si confermarono sempre più outsider del campionato di Serie A ottenendo prima due salvezze consecutive all’ultima giornata contro Chievo e Roma nel 2006/07 e nel 2007/08 e poi inanellando record di punti, una semifinale di Coppa Italia e poi sfiorando pure l’Europa League, concludendo all’ottavo posto nel 2012/13.

Questo il video che riassume la partita dell’Angelo Massimino di undici anni fa:

IL TABELLINO

CATANIA (4-3-3): Pantanelli; Silvestri, Sottil, Bianco, Marchese (39′ st Sabato); Baiocco, Biso, Caserta (45′ st Brevi); Russo (1′ st Del Core), Spinesi, Mascara. A disp.: 16 Polito, 18 Lucenti, 8 Olive, 32 Dall’Acqua. All. Pasquale Marino.

ALBINOLEFFE (5-3-2): Ginestra; Colombo (18′ st Testini), Minelli, Sonzogni, Garlini, Regonesi; Iacopino, Belinghieri (25′ st Previtali), Poloni; Russo, Bonazzi (11′ st Salgado). A disp.: 99 Coser, 33 Belotti, 16 Madonna, 9 Joelson. All. Emiliano Mondonico.

ARBITRO: Farina di Novi Ligure (Lanciano, Angrisani-Didato).

RETI: pt 15′ Spinesi, 41′ Russo; st 8′ Del Core

RECUPERO: 3′ 1T e 3′ 2T.

AMMONITI: Caserta (C), Garlini (A), Marchese (C), Sottil (C), Del Core (C)

SPETTATORI: 23.000 circa

Commenti