Sonore sconfitte per Sigel e Holimpia

Sonore sconfitte per Sigel e Holimpia

Catania- Sconfitta pesantissima per Marsala che in trasferta a Cisterna di Latina subisce un netto 3-0 contro la capolista Omia Volley 88 Cisterna. L’incontro è dei più difficili visto che su 18 partite disputate finora la squadra laziale ha collezionato ben 14 vittorie e solo quattro sconfitte.

Il match è subito in salita per le ragazze di mister Campisi: l’infortunio di Agola nel primo set e lo stato di forma delle avversarie mettono in ginocchio le siciliane che vedono subito scappare al primo time-out tecnico il sestetto opposto per 8-5. Il divario aumenta al secondo time-out tecnico della gara con il punteggio di 16-11 grazie alla buona prova in ricezione e difesa ma soprattutto in attacco delle avversarie. Il primo parziale si chiude così velocemente, in meno di trenta minuti, con il punteggio di 25-18.

I soliti black-out della squadra marsalese tendono a mostrarsi maggiormente a partire dalla seconda frazione, nonostante i primi punti siano combattuti: 8-6 mostra il tabellone elettronico alla chiamata del primo time-out della seconda frazione. Marsala però tira i remi in barca e cede definitivamente le redini del gioco all’ Omia Volley che ipoteca facilmente la vittoria del match con un perentorio 25-16. Ma è ancora più perentorio ed eclatante il punteggio del terzo ed ultimo parziale in quanto la Sigel sembra non essere scesa nemmeno in campo: uno sconfortante 25-6 senza storia che lascia le siciliane ferme a 25 punti in classifica in attesa della prossima sfida tra le mura amiche del PalaBellina contro Maglie.

Proprio le salentine hanno affrontato oggi in casa l’altra formazione siciliana; l’Holimpia Siracusa non riesce a impensierire la squadra di casa e rimedia una sonora e netta sconfitta per 3-0. Fin dal primo set emergono evidenti le solite pecche delle aretusee che non riescono a imporre il proprio gioco a causa dei numerosi errori difensivi e della scarsa concentrazione in fase d’attacco. Il primo parziale si apre subito con l’accelerazione del BetItaly Volley Maglie intenzionato a chiudere quanto prima la pratica Siracusa: 25-11 perentorio che riflette in pieno la diversa situazione in classifica. L’approccio al secondo set cambia poco per Siracusa che continua a subire il gioco delle avversarie e non trova le giuste soluzioni in attacco; anche al termine di questo parziale il tabellino segna un pesante passivo di 10 punti in favore del Maglie. E’ durante il corso del terzo set che la squadra di casa allenta la pressione e concede più spazi alle ospiti che però nonostante le concessioni, non si portano oltre i 22 punti, consegnando così set e incontro al Maglie. Classifica ancora ferma a 6 punti e Cedat San Vito Brindisi, terzultima, lontana ben 15 lunghezze.

Turno di riposo invece per l’Orizzonte Tremestieri che aspetta e prepara la prossima sfida contro il Palmi.

Commenti