Profumo di Serie A al “Massimino”, 1-1 del Catania contro il Cagliari in amichevole

Profumo di Serie A al “Massimino”, 1-1 del Catania contro il Cagliari in amichevole

CATANIA – Si respirava profumo di Serie A, almeno sulla carta, nel match amichevole del Massimino tra il Catania di Andrea Camplone e il Cagliari di Rolando Maran.

In effetti la sfida tra le due formazioni soltanto qualche anno fa avrebbe rappresentato un appuntamento fisso sulla tabella di marcia per la salvezza in massima serie di entrambe le squadre, ma l’evoluzione degli eventi avvenuti nelle ultime stagioni ha segnato diramazioni differenti per sardi e siciliani.



Eppure la compagine di Camplone non ha sfigurato contro gli avversari rossoblù, protagonisti in queste settimane di mercato di innesti di valore, specialmente a centrocampo, come i talentuosi Rog e Nandez e l’indimenticato Nainngolan, arrivato in prestito dall’Inter di Antonio Conte.

A sbloccare il match, dopo appena nove minuti, ci ha pensato l’ariete rossazzurro Davis Curiale, nuovamente a segno dopo la rete siglata contro il Fanfulla in Coppa Italia. Decisiva, per la firma dell’attaccante etneo, l’errore in fase di appoggio di Pisacane che consegna letteralmente la sfera sui piedi dell’attaccante rossazzurro.


Dopo una timida reazione cagliaritana, alla mezz’ora ci pensa Dall’Oglio a impensierire Rafael con una conclusione intercettata dal portiere ospite. Sul finire di primo tempo è Han a sfiorare il pari con un colpo di testa che sibila a fil di palo. Nella ripresa girandola di sostituzioni per la formazione rossazzurra che manda in campo, tra i tanti, il figliol prodigo Mazzarani.

Proprio il fantasista rossazzurro si rende protagonista di una bella combinazione con Bucolo che impegna il portiere ospite in un intervento utile per salvare il risultato. A metà ripresa il Cagliari fa la voce grossa con Cerri che spizzica il pallone di testa e colpisce la traversa.

L’occasione galvanizza i sardi che iniziano a premere il piede sull’acceleratore e sfiorano la rete del pari a cinque minuti dalla fine con Ionita che scalda i guantoni di Furlan. Il gol dell’1-1 è posticipato soltanto di pochissimo e arriva grazie al brasiliano Joao Pedro che controlla un traversone e ribadisce in porta scavalcando l’estremo difensore etneo.

Finisce dunque 1-1 allo stadio Massimino con un Catania che tiene testa a una formazione certamente più quotata. Buone le indicazioni per il tecnico Andrea Camplone che potrà certamente fare tesoro di questo prestigioso pareggio.