Palermo-Padova è la prima delle due partite sfascia famiglie. Le probabili formazioni - Newsicilia

Palermo-Padova è la prima delle due partite sfascia famiglie. Le probabili formazioni

Palermo-Padova è la prima delle due partite sfascia famiglie. Le probabili formazioni

PALERMO – Avrebbero voluto festeggiare una Pasqua tranquilla i tifosi rosanero in attesa della partita del lunedì di Pasquetta alle 21, che rischia di turbare la quiete familiare. Nell’impossibilità di lasciare Palermo per il ponte a meno di non essere presenti allo stadio, i supporters rosa non hanno nemmeno potuto acquietare gli animi con la conclusione, troppe volte data in dirittura d’arrivo, con York Capital per il passaggio di proprietà della società di Viale del Fante. È indubbio che la vicenda legata alla cessione del club sia di vitale importanza per il futuro dei colori rosanero e, dover ancora attendere che vengano limati i dettagli, comincia a diventare snervante.

Ma se la partita di lunedì sera contro il Padova impedisce, o quanto meno rende complitata e limitata nei tempi la Pasquetta fuori porta, ancora peggio sarà preservare l’unione familiare il 1° maggio, quando un calendario, a dir poco irrispettoso, ha previsto l’orario di inizio della partita al Barbera contro lo Spezia alle 12, 30, mandando all’aria qualunque programma di grigliate in campagna. Tornando alla partita contro il Padova, importantissima come tutte le altre quattro in programma prima della conclusione del campionato, il problema principale di mister Stellone è quello di trovare un sostituto a Jajalo, indisponibile perché squalificato.



Il numero 8 rosanero è stato finora uno dei migliori, svolgendo contemporaneamente le funzioni di argine alle controffensive avversarie a centrocampo davanti alla difesa e di perno del gioco di rimessa. Le alternative sulle quali ha lavorato Stellone sembrano due: il ritorno al 4-2-4, con due uomini a centrocampo e Falletti e Trajkovski avanzati sulle fasce oppure la conferma del 4-3-1-2, arretrando Falletti in mediana e schierando Trajkovski sulla trequarti.

Per evitare di lasciare sguarnito e in inferiorità numerica il centrocampo di fronte allo schieramento del Padova, che probabilmente Centurioni manderà in campo con il 4-3-1-2, sarebbe auspicabile per il Palermo il 4-3-1-2, magari sacrificando Trajkovski per Falletti, visto lo stato di forma dell’uruguaiano, e inserendo Fiordilino a centrocampo al posto di Jajalo.


In questa ipotesi, la probabile formazione dei rosanero sarebbe composta da Brignoli; Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Aleesami; Murawski, Fiordilino, Haas; Falletti; Nestorovski, Puscas o Moreo. Il Padova, a specchio con il 4-3-1-2, dovrebbe scendere in campo con Minelli; Morganella, Ravanelli, Cherubin, Trevisan; Pulzetti, Calvano, Lollo; Clemenza; Bonazzoli, Capello. Per Morganella, che torna da ex al Barbera, un caro saluto e nulla più.

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.