Palermo, domani il giorno X: smentire il fallimento. Mercato invernale a rischio

Palermo, domani il giorno X: smentire il fallimento. Mercato invernale a rischio

PALERMO – Domani è il giorno X in casa Palermo dove, se in ambito sportivo si gode un momento favorevole (primi in classifica), sul campo giuridico i rosanero rischiano tantissimo.

Domani, infatti, ci sarà la prima udienza preliminare in tribunale per valutare la fondatezza dell’istanza di fallimento depositata dalla Procura di Palermo nei confronti del club di proprietà di Maurizio Zamparini, che giocherà la partita probabilmente più importante del Palermo di questa settimana (visto che domenica ci sarà il big match contro il Bari).




Sotto indagine i debiti della società, con un passivo di circa 70 milioni di euro complessivi. Incriminata anche la Mepal, società “pilota” controllata dal Palermo e ceduta ad Alyssa, impresa anonima lussemburghese facente parte del gruppo d’impresa di Zamparini. La cessione della Mepal avrebbe fatto fruttare una plusvalenza di circa 18 milioni di euro, che sarebbe servita a colmare il bilancio. 

L’operazione, che avrebbe risanato il rendiconto sarebbe, secondo “Zampa“, del tutto lecita. Come scrive Mediagol, la Procura potrebbe prendere tempo per esaminare tutte le documentazioni del caso, aggiornandosi nuovamente con un’udienza successiva. Probabilmente, quest’ultima potrebbe essere fissata nei primi giorni del nuovo anno.

Queste, tuttavia, sono soltanto ipotesi: così com’è un’ipotesi la chiusura del mercato invernale del Palermo. Infatti, qualora non dovesse arrivare la sentenza in merito all’istanza fallimentare, potrebbe esserci il rischio di “congelamento“.

Trapela leggero ottimismo nell’ambiente rosanero, ma sarà compito degli avvocati del club del nuovo presidente Giovanni Giammarva vincere la causa ed evitare degli oscuri scenari, sia in termini economici che sportivi.