Palermo, contro l’ACR Messina con la voglia di ricominciare a correre. Le probabili formazioni

Palermo, contro l’ACR Messina con la voglia di ricominciare a correre. Le probabili formazioni

Palermo, contro l’ACR Messina con la voglia di ricominciare a correre. Le probabili formazioni

PALERMO – Domani pomeriggio al Barbera si giocherà un derby che evoca stagioni lontane: era il campionato 2006/07 quando Palermo e Messina si sono incontrate l’ultima volta ed era un campionato di Serie A.


Il 25 ottobre 2006 al Barbera i rosanero di Guidolin ebbero la meglio sui giallorossi allenati da Bruno Giordano per 2 a 1, con reti di Zaccardo e Di Michele per il Palermo e di Riganò per il Messina, che al ritorno, questa volta con Cavasin in panchina, si vendicò al San Filippo con un perentorio 2 a 0, con due reti sempre di Riganò.


Rosanero e giallorossi si ritroveranno domani da nobili decadute in un torneo ben diverso dai fasti della Serie A. Gli uomini di Pergolizzi sono chiamati ad interrompere il periodo negativo segnato da una sconfitta in casa e da un pareggio in trasferta dopo la lunga serie positiva durata 10 giornate, che ha fruttato 30 punti.

Il margine di vantaggio sulla seconda, che è proprio quel Savoia che ha sbancato il Barbera, è ancora rassicurante, 8 punti, ma quel che preoccupa è l’involuzione del gioco dei rosa, improvvisamente privi di fantasia, precisione e determinazione ed, al contempo, ansiosi e confusionari. Sicuramente il mister rosanero avrà in settimana caricato i suoi, ma dovrà comunque fare i conti con una rosa decimata da squalifiche ed infortuni.

Alle perduranti assenze forzate di Ficarrotta e di Sforzini, che penalizzano l’attaccco, si sono aggiunte le indisponibilità di due pilastri della difesa: Crivello, infortunatosi a Palmi domenica scorsa, e Lancini squalificato per somma di ammonizioni. Pergolizzi sembra deciso a far giocare Accardi al posto di Crivello, mentre ha qualche dubbio sul sostituto di Lancini, che dovrebbe essere uno tra Peretti e Marong.

Per il resto sembrano certi i rientri di Doda, Kraja e Felici, assenti a Palmi, per cui il Palermo, con il 4-3-3, dovrebbe scendere in campo con Pelagotti; Doda, Peretti (Marong), Accardi, Vaccaro; Martinelli, Martin, Kraja; Felici; Ricciardo, Santana.

L’ACR Messina, guidato da Karel Zeman, finora ha conseguito alterni risultati che l’hanno collocato all’ottavo posto in classifica con 21 punti. Domani dovrebbe schierarsi con il 4-3-3 composto da Avella; De Meio, Bruno, Ungaro, Giordano; Sampietro, Buono, Cristiani; Crucitti, Coralli, Orlando.