Nuova era Calcio Catania: tifosi ancora diffidenti per l’immediato futuro

Nuova era Calcio Catania: tifosi ancora diffidenti per l’immediato futuro

CATANIA – Archiviato il caso relativo al passaggio di proprietà del Calcio Catania, con l’acquisizione da parte della S.I.G.I., in città si comincia a pensare al futuro della squadra rossazzurra dopo la recente iscrizione al campionato di calcio di Serie C 2020/21.


Da un lato le notizie delle scorse settimane rappresentano un sospiro di sollievo per i tifosi etnei, dopo che in certi momenti si è temuto il peggio con il rischio fallimento. Dall’altro però c’è grande attesa per vedere i programmi e i progetti della nuova proprietà.


E quest’ultimo aspetto diventa ancora più rilevante se si pensa che a partire del 2013 per la squadra etnea sono state solo delusioni, causate a loro volta da scelte societarie sbagliate. Queste ultime hanno toccato il culmine per la prima volta nel 2015 con lo scoppio dello scandalo I treni del gol e successivamente quest’anno con la dichiarazione di fallimento da parte del Tribunale di Catania per Finaria, la società che gestiva il club rossazzurro prima del passaggio di proprietà.



La delusione dei tifosi rossazzurri per quanto accaduto negli ultimi sette anni è ancora evidente e ciò si nota nelle parole di alcune persone in città. Sentendo i loro pareri infatti c’è ancora molta diffidenza, soprattutto riguardo alla definizione dei ruoli all’interno della nuova società e agli eventuali interessi di ogni socio. La speranza è sempre quella che con un nuova proprietà si possa aprire un nuovo ciclo per riportare la compagine etnea nel più breve tempo possibile nella massima serie.