Modena-Catania si gioca a marzo ma polemiche restano

Modena-Catania si gioca a marzo ma polemiche restano

CATANIA – È stata finalmente decisa la data del rinvio di Modena-Catania. Si giocherà martedì 10 marzo alle ore 18.30 presso lo stadio Alberto Braglia. Una partita che le due squadre avrebbero dovuto giocare sabato scorso e che, invece, a causa delle pessime condizioni del terreno di gioco è stata rinviata su precisa indicazione dell’arbitro Chiffi. Una decisione che ha dato adito a polemiche. Da una parte la Lega di Serie B attribuisce principalmente la responsabilità della mancata disputa dell’incontro al Modena FC, accusato di non essere intervenuto con efficacia in termini manutentivi. Dall’altra il club modenese ed il Comune di Modena rispediscono le accuse al mittente, ritenendo invece che sarebbe stato più opportuno che la Lega verificasse le condizioni del campo il giorno prima, stabilendo senza attendere l’ok del direttore di gara di rinviare il match. Condizioni che il GOS ha considerato favorevoli per quanto riguarda l’agibilità degli spalti.

In questo contesto ad essere danneggiati sono stati soprattutto i tifosi delle rispettive compagini. Ancora di più i sostenitori del Catania, che hanno macinato chilometri di viaggio e sfidato le intemperie pur di essere presenti a Modena. Si poteva evitare tutto questo qualora la macchina organizzativa si fosse mossa con tempistiche diverse, a prescindere dall’assunzione di responsabilità di Lega e Modena FC. Insensato consentire l’ingresso sugli spalti ai tifosi quando si sapeva perfettamente che, una volta rimossi i teloni, sarebbe stato impossibile giocare. Ancor più insensato tenere un campo in condizioni disastrate come il Braglia.

D’accordo che nei giorni scorsi era stato colpito da una fitta nevicata, ma non può per questo trovare giustificazioni l’indecenza di un campo che già da tempo evidenzia ben note carenze strutturali. Il match si sarebbe disputato regolarmente se, alla base, il rettangolo di gioco avesse rispettato tutti i crismi di un normale campo da calcio. Adesso oltre al danno arriva la beffa per il Modena, che dovrà rizollare il terreno ed assicurarsi di farlo in tempo utile per la prossima gara casalinga. Il Catania, invece, è penalizzato da un calendario che lo vedrà costretto a giocare tre partite esterne consecutive in pochi giorni. Un tour de force autentico che sicuramente non giova ai rossoazzurri, una situazione evitabile in un contesto in cui a perdere è la credibilità del nostro calcio.

Commenti