Lega Pro, è finita per il Trapani. Estromesso dal campionato: "Dispiace per i tifosi, ma regole hanno funzionato"

Lega Pro, è finita per il Trapani. Estromesso dal campionato: “Dispiace per i tifosi, ma regole hanno funzionato”

Lega Pro, è finita per il Trapani. Estromesso dal campionato: “Dispiace per i tifosi, ma regole hanno funzionato”

TRAPANI – Tre volte su tre il Trapani Calcio non si è presentato in campo per disputare le proprie partite. Due di queste sono avvenute consecutivamente in campionato e una in Coppa Italia. Le regole della Lega Pro sono chiare, in caso di due rinunce consecutive la squadra verrà estromessa dal campionato.


E così è stato fatto dalla Lega Pro. Tifosi e giocatori granata erano ormai rassegnati alla radiazione dai campionati professionistici e adesso è arrivata la comunicazione ufficiale da parte del presidente della Lega, Francesco Ghirelli.


Un campionato molto complicato è davanti a noi: ci saranno problemi seri per il Covid-19 e per le sempre maggiori difficoltà economico-finanziarie. È in questa situazione che occorre alzare le antenne per evitare infiltrazioni di capitali di non cristallina provenienza“, ha esordito Ghirelli.

Poi la nota sul Trapani: “Il dispiacere è forte per i tifosi, per il colpo al calcio italiano, per la città di Trapani. Altresì, bisogna essere consapevoli che le regole per impedire ciò che successe in passato con il Pro Piacenza hanno funzionato. Le parole dell’allenatore Di Donato sono un monito per ognuno di noi“. Il presidente parla delle dichiarazioni dell’ormai ex allenatore Di Donato, dimessosi poco prima della trasferta di Catanzaro.

L’allenatore ha parlato ai microfoni di gianlucadimarzio.com e ha dichiarato che continuare sarebbe stata “un’inutile agonia per giocatori e tifosi“. Ha detto anche che se la squadra fosse stata acquistata dal Comitato “C’è chi il Trapani lo ama” avrebbe continuato, anche giocando con i ragazzini.

Immagine di repertorio