Curiale si riprende il Catania, gol da cineteca alla Sicula Leonzio e i rossazzurri volano in Coppa Italia di C

Curiale si riprende il Catania, gol da cineteca alla Sicula Leonzio e i rossazzurri volano in Coppa Italia di C

Curiale si riprende il Catania, gol da cineteca alla Sicula Leonzio e i rossazzurri volano in Coppa Italia di C

CATANIA – Un gol per battere la Sicula Leonzio e ritrovare il sorriso. Il Catania batte per 1-0 i bianconeri nel match del “Massimino” valevole per i sedicesimi di finale di Coppa Italia di Serie C e torna a gioire dopo il k.o. di pochi giorni fa contro il Catanzaro.


Un successo che porta la firma di Davis Curiale, l’uomo più atteso da Cristiano Lucarelli che torna a segnare con un gesto tecnico d’altri tempi: sforbiciata al volo in un fazzoletto e pallone che si spegne in rete alle spalle dell’estremo difensore avversario. Boccata d’aria fresca per i rossazzurri che approdano agli ottavi dove affronteranno il Potenza e iniezione di fiducia per approcciarsi nel migliore dei modi alla prossima sfida di campionato con la Casertana.


PRIMO TEMPO

Match per pochi intimi quello disputato all’ex Cibali, con Tribuna B e settore ospiti deserti a seguito della chiusura comunicata nei giorni scorsi dalla società rossazzurra. Terreno infido e tutt’altro che in perfette condizioni dopo la copiosa pioggia di ieri e l’impegno degli “Azzurrini” di Paolo Nicolato vittoriosi per 6-0 contro i parigrado dell’Armenia.

La prima frazione di gioco è interamente di marca casalinga, con i rossazzurri schierati con un 4-3-3 a specchio dove spiccano l’inedita posizione da mezzala di Lodi e gli impieghi dal primo minuto di Noce e Lele Catania. Proprio la catena di destra composta dal giovane terzino etneo e l’ex ala del Siracusa – 18 anni di differenza tra i due – creano le opportunità migliori frutto di buone sovrapposizioni e cross invitanti.

Sulla corsia opposta cresce di minuto in minuto l’esplosivo Di Molfetta, che impegna a più riprese l’estremo difensore ospite Nordi in parate non facili. Dopo una bella conclusione a giro di Lodi è Curiale, come detto, a sbloccare il risultato alla mezz’ora con una gemma che strappa gli applausi dei pochi presenti al Massimino.

La Sicula Leonzio non vuole però fare da vittima sacrificale e risponde subito presente con una bella incornata di Terranova che costringe Martinez a un intervento da stropicciarsi gli occhi. Sul fine di gara sono ancora gli intraprendenti Noce e Di Molfetta a impensierire Nordi con conclusioni da fuori area, ma i primi 45 minuti si concludono sul risultato di 1-0 per il Catania.

SECONDO TEMPO

Il tecnico ospite Bucaro opera subito due cambi in apertura per aggiungere fosforo alla manovra bianconera. Avvicendamenti che servono, effettivamente, a ravvivare il gioco della Sicula che prova a guadagnare metri facendo girare palla orizzontalmente. Al 55′ il nuovo entrato Esposito regola il mirino e scaglia un bolide che costringe Martinez a un doppio intervento, complice anche l’aiuto della traversa.

Il pericolo suggerisce a Lucarelli un rimpasto d’uomini: dentro Di Piazza e Biondi, fuori Lele Catania e Curiale, con un undici più coperto sulla corsia di destra. Bucaro modifica ancora la sua creatura e manda in campo Bollino al posto di Vitale. I rossazzurri provano a rispondere senza farsi schiacciare dalle intenzioni dei bianconeri.

Al 71′ Di Piazza scatta sul filo del fuorigioco, si gira in direzione di Nordi ma il portiere leontino respinge d’istinto e nega il raddoppio agli etnei. Poco dopo è Dall’Oglio a provarci nuovamente sfruttando gli spazi concessi dagli ospiti. Al 78′ Di Piazza sfiora nuovamente la marcatura con un colpo di testa che scheggia il palo.

A sei minuti dal novantesimo Maimone ha sui piedi l’occasione per pareggiare il risultato e allungare la contesa, ma la sua conclusione si stampa incredibilmente sulla traversa. Una manciata di minuti dopo a porte invertite è ancora Nordi a opporsi all’ennesimo tiro di Di Piazza e poco dopo è il Bucolo a sfiorare la rete con un sinistro potente che finisce alto.

Dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara sancisce il “rompete le righe” al Massimino. Gli uomini di Cristiano Lucarelli approdano al turno successivo della competizione. Adesso testa al prossimo match interno con la Casertana per tornare al successo anche in campionato e proseguire la risalita in classifica.

IL TABELLINO

CATANIA (4-3-3): Martinez; Noce, Silvestri, Esposito, Marchese; Lodi, Bucolo, Dall’Oglio; Catania, Curiale, Di Molfetta. Allenatore: Lucarelli

SICULA LEONZIO (4-3-3): Nordi; De Rossi, Tafa, Petta, Parisi; Megelaitis, Cozza, Maimone; Vitale, Scardina, Terranova. Allenatore: Bucaro

Marcatori: 30′ Curiale (C)

Ammoniti: 75′ Maimone (S), 90’+4′ Silvestri

Sostituzioni Catania: 60′ Di Piazza/Catania, 60′ Biondi/Curiale, 78′ Fornito/Dall’Oglio, 78′ Barisic/Di Molfetta, 94′ Biagianti/Bucolo

Sostituzioni Sicula Leonzio: 46′ Bariti/Terranova, 46′ Esposito/Cozza, 68′ Bollino/Vitale, 73′ Sosa/Parisi, 85′ Ripa/Maimone

Recupero: 0′ PT, 5′ ST

Arbitro: Francesco Cosso di Reggio Calabria

Immagine di repertorio