Coppa Italia Serie C, Auteri ancora "bestia nera" del Catania: i rossazzurri si arrendono per 1-2 con il Catanzaro - Newsicilia

Coppa Italia Serie C, Auteri ancora “bestia nera” del Catania: i rossazzurri si arrendono per 1-2 con il Catanzaro

Coppa Italia Serie C, Auteri ancora “bestia nera” del Catania: i rossazzurri si arrendono per 1-2 con il Catanzaro

CATANIA – Si conclude contro il Catanzaro della “bestia nera” Gaetano Auteri il percorso del Catania nella Coppa Italia di Serie C. I rossazzurri allenati da Andrea Sottil abdicano per una 1-2 contro i calabresi abili a sfruttare le incertezze difensive di una retroguardia tutt’altro che compatta.

A decidere il match le fiammate vincenti di Eklu e Bianchimano. Inutile per gli etnei la rete di Curiale che aveva momentaneamente pareggiato i conti a inizio ripresa. Ancora una volta il tecnico di Floridia riesce a beffare il club rossazzurro, sua vittima preferita.



PRIMO TEMPO

Rossazzurri che attendono l’errore del Catanzaro per partire in velocità e sorprendere la compagine del tecnico di Floridia. Al minuto 11′ Brodic prova a sfondare centralmente ma la difesa dei giallorossi fa buona guardia. Poco dopo gli ospiti sono meno attenti su un’altra incursione del croato che mette in condizione Curiale di battere a rete. La deviazione della punta etnea è però da dimenticare.


Al 16′ bella giocata di Sarno che scappa sulla destra e mette in mezzo un pallone invitante. Nessun giocatore etneo, però, si fionda sulla sfera che finisce sul fondo. Un minuto dopo è Eklu a tentare la grande conclusione da fuori area senza però inquadrare lo specchio della porta. Al 18′ uscita incerta di Elezaj che mette in condizione Bucolo di battere a rete, il tiro del centrocampista rossazzurro è potente ma l’estremo difensore ospite respinge efficacemente.

Al 20′ Marchese sfiora la gioia personale avventandosi sulla sfera suggeritagli da Lodi dagli sviluppi di un corner, ma Elezaj fa il fenomeno e toglie le castagne dal fuoco. Alla mezz’ora slalom funambolico di Sarno che salta mezza difesa catanzarese, punta al centro ma non riesce a trovare lo spazio giusto per crossare il pallone. È più preciso invece il Catanzaro che, una manciata di istanti dopo, trova il palo esterno con un gran destro dalla distanza di De Risio.

Al 35′ Angiulli galoppa a centrocampo in direzione della porta avversaria, lucida il mirino e scarica in porta senza però centrare la porta difesa da Elezaj. Al minuto 41′ arriva però la fiammata che spacca il match: Eklu carica il destro a girare dai trenta metri e trova una rete meravigliosa che permette al Catanzaro di portarsi in vantaggio. Nota di demerito però per Pulidori che si fa sorprendere troppo facilmente. La prima frazione di gioco si conclude con il momentaneo 0-1 a favore dei calabresi.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con gli stessi protagonisti Il Catanzaro si dimostra però ancora pericoloso con i break giallorossi e le sgroppate di D’Ursi sulla sinistra. Al 51′, però i timori vengono spazzati via dalla rete di Curiale che si avventa su un pallone crossato in mezzo da Marchese e allungato da Sarno. I rossazzurri si prendono d’animo e provano un secondo arrembaggio dalla sinistra con Marchese e Angiulli, ma i calabresi sventano l’opportunità.

Al 57′ cross dell’instancabile Sarno che non viene però sfruttato a dovere. Al 59′ furbata di Curiale che ruba la sfera a Elezaj fuori dai pali e scarica in porta, la conclusione del possibile vantaggio viene però neutralizzata da qualche zolla impertinente che devia il pallone sul fondo. Occasione ghiottissima per la formazione rossazzurra. Il Catania però ci prende gusto e tenta nuovamente il colpo grosso con un tiro al volo di Marchese su tocco di Sarno quasi a rievocare le prodezze della massima serie, ma l’opportunità non si concretizza.

A metà secondo tempo girandola di cambi per entrambe le formazioni. Sottil richiama in panchina un ottimo Sarno e manda in campo Barisic. Spazio anche a Di Piazza, match winner contro il Rende, che rileva Curiale. Auteri sceglie il terzetto Statella-Favalli-Bianchimano per sostituire Posocco, Pambianchi e D’Ursi. Al 69′ Giannone supera Silvestri e serve Ciccone che, a tu per tu con Pulidori, sparacchia alto divorandosi il pallone del possibile 1-2.

Al 70′ ancora Giannone semina il panico servendo il neoentrato Bianchimano a pochi passi da Pulidori, ma il direttore di gara segnala una posizione di fuorigioco. Al 71′ Sottil manda forze fresche a centrocampo inserendo Carriero per Bucolo. Due minuti dopo però arriva la doccia fredda per i rossazzurri: Pulidori si rende protagonista di un’uscita sconsiderata che permette a Bianchimano di gettarsi sulla sfera e depositare in porta a rete sguarnita.

Al 75′ il Catanzaro sfiora il tris: Ciccone manda alto un pallone d’oro servitogli da Statella. Gaetano Auteri, soddisfatto per il nuovo risultato, passa al 3-5-2 per prendere le misure al possibile assalto finale degli etnei, ma il Catania, crollato psicologicamente, soffre ancora le incursioni dei giallorossi imbastite da Statella. Al 79′ Carriera prova a deviare un pallone messo in mezzo ma la sfera finisce tra i guantoni di Elezaj.

Il Catania rischia nuovamente la terza rete al passivo con Bianchimano che al minuto 81 vede ancora una volta Pulidori lontano dalla porta e tenta il pallonetto. La conclusione è però imprecisa. All’87’ contestatissima punizione dal limite per il Catania: Statella falcia Manneh, ma il fallo sembra essere stato commesso dentro area. Lodi si presenta alla battuta ma la conclusione del cecchino etneo non è all’altezza della sua fama.

All’89’ Elezaj prova a imitare il suo collega Pulidori con un’altra uscita azzardata ma Angiulli non riesce ad approfittare del regalo degli ospiti. I rossazzurri tentano il forcing finale ma non riescono a trovare la rete del possibile pareggio. Al Massimino finisce 1-2 per il Catanzaro che elimina la formazione siciliana. I calabresi accedono al turno successivo della competizione e il Catania torna negli spogliatoi sotto i fischi dei propri sostenitori.

IL TABELLINO

CATANIA (4-3-3): Pulidori; Aya, Lovric, Silvestri, Marchese; Bucolo, Lodi, Angiulli; Sarno, Curiale, Brodic. Allenatore: Andrea Sottil

CATANZARO (4-3-3): Elezaj; Riggio, Signorini, Pambianchi; Posocco, Eklu, De Risio, Nicoletti; Giannone, Ciccone, D’Ursi. Allenatore: Gaetano Auteri

Marcatori: 41′ Eklu (Ctz), 51′ Curiale (Cat), 74′ Bianchimano (Ctz)

Ammoniti: 50′ Signorini (Ctz), 89′ Statella (Ctz)

Sostituzioni Catania: 65′ Barisic/Sarno, 65′ Di Piazza/Curiale, 71′ Carriero/Bucolo, 76′ Manneh/Brodic

Sostituzioni Catanzaro: 64′ Statella/Posocco, 65′ Favalli/Pambianchi, 65′ Bianchimano/D’Ursi, 76′ Iuliano/Giannone, 84′ Eklu/Maita

Recupero: 1′ PT, 5′ ST

Arbitro: Luigi Carella di Bari