Il Catania sbatte contro la muraglia del Cosenza: 0-0 al ‘Massimino’

Il Catania sbatte contro la muraglia del Cosenza: 0-0 al ‘Massimino’

CATANIA – Rinviato l’appuntamento con la vittoria per il Catania che, comunque, ottiene il quinto risultato utile consecutivo. Col Cosenza i rossoazzurri non vanno oltre lo 0-0 allo stadio Angelo Massimino ma si fanno apprezzare per impegno e generosità.

Catania pericoloso con Russotto in un paio d’occasioni nei primi 11 minuti di gioco, mentre il Cosenza prova a rendersi insidioso nelle ripartenze. I padroni di casa premono sull’acceleratore alla ricerca del gol che sblocchi il risultato. Al 18′ ci prova di testa Falcone, ma la palla finisce fuori. Dieci minuti più tardi è di pregevole fattura la conclusione al volo di Russo sugli sviluppi di un corner, ma il centrocampista non trova lo specchio della porta.

Al minuto 34 è ghiotta l’opportunità sui piedi di Falcone, a beneficio di un assist del solito incontenibile Russotto, ma si rivela determinante la respinta di un difensore calabrese che manda in corner la conclusione a botta sicura del Catania. Garufo, Falcone e Russo ci provano anche nei minuti successivi ma la palla non entra. Pressano molto i rossoazzurri, il Cosenza stringe i denti e soffre fino all’intervallo.

Nella ripresa, invece, viene meno la benzina ma non la grinta. Al 50′ Calil si risveglia dal grigiore personale del primo tempo centrando il palo con una conclusione potente e precisa. Gli ospiti non stanno a guardare e provano a farsi vivi dalle parti di Bastianoni. Il portiere etneo è ottimo nella respinta su Raimondi, autore di una bella conclusione dopo una gran giocata. Anche Arrigoni impensierisce la retroguardia etnea e cresce Statella, che consente alla compagine calabrese di guadagnare metri.

Il Cosenza alza il baricentro ma è sempre il Catania a fare la partita. Al 62′ è delizioso il cross di Nunzella, peccato per i rossoazzurri che Calil, a pochi passi dal portiere, si faccia respingere la conclusione. Occasione sprecata da Calil. Fa di peggio al 74′ Lulli. Su tiro da fuori del neo entrato Calderini, il portiere del Cosenza respinge in maniera goffa, Lulli però non ha il tempismo giusto per mettere dentro. I rossoazzurri insistono a creare opportunità per andare a segno, ma la porta è stregata. Al 93′ l’arbitro fischia la fine delle ostilità ed il Catania raccoglie comunque gli applausi del pubblico, che gradisce lo spirito messo in campo.

CATANIA-COSENZA, TABELLINO PARTITA

CATANIA: 1 Bastianoni; 2 Garufo, 6 Bergamelli, 5 Ferrario (22’st Pelagatti), 3 Nunzella; 10 Russo (7’st Scarsella), 4 Agazzi, 8 Lulli; 7 Falcone (19’st Calderini), 9 Calil, 11 Russotto. A disp: 12 Ficara, 13 Parisi, 15 Bacchetti, 14 Musacci, 16 Pelagatti, 17 Di Grazia, 19 Castiglia, 20 Bastrini, 21 Barisic, 22 Plasmati, 23 Calderini. All. Pancaro.

COSENZA: 1 Perina, 2 Blondett, 3 Ciancio (10’st Corsi), 4 Arrigoni, 5 Tedeschi, 6 Pinna, 7 Guerriera (7’st Criaco), 8 Fiordilino, 9 Arrighini, 10 Raimondi (34’st Minardi), 11 Statella. A disp: 12 Saracco, 13 Soprano, 14 Di Somma, 15 Corsi, 17 Novello, 19 Ventre, 18 La Mantia. All. Roselli.

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli.

Ammoniti: Blondett, Bergamelli, Lulli

 

Commenti