Catania, caccia allo sprint decisivo contro la Ternana

Catania, caccia allo sprint decisivo contro la Ternana

CATANIA – Entusiasmo crescente ai piedi dell’Etna. Il Catania comincia ad ingranare dopo un lungo periodo di buio pressoché totale. La salvezza è più vicina, ma guai a montarsi la testa nella fase più delicata della stagione. In questo momento, un eventuale passo falso può rovinare il momento magico. Le quattro vittorie consecutivamente ottenute sono un indice dello stato di forma ottimale del Catania, rigenerato sul piano dei risultati ma anche del gioco, sia in casa che in trasferta.

Rossoazzurri finalmente formato corsa e più sereni, agevolati dalle vittorie, panacea di ogni male per qualsiasi formazione. Il tasso qualitativo elevato abbinato ad un ritrovato spirito di squadra si sta concretizzando con prestazioni all’altezza ed una rinnovata consapevolezza dei propri mezzi. L’appetito vien mangiando, questo Catania ha smesso di digiunare ed è ora piuttosto affamato, smanioso di scendere in campo venerdì sera per dare continuità ai brillanti risultati recentemente collezionati.

Avversaria una Ternana determinata a fare da guastafeste.  Occhi aperti, spalancati nei confronti della compagine umbra. Il tecnico Attilio Tesser, ex calciatore rossoazzurro che conserva lieti ricordi di Catania, dovrebbe schierare la squadra secondo un 5-3-2 ma dovrà fare i conti con innumerevoli assenze nel reparto difensivo. Proprio la difesa si è rivelata grande protagonista nelle ultime gare, in quanto la Ternana non subisce reti da circa un mese. Inoltre il rendimento esterno degli umbri molto più che soddisfacente suggerisce al Catania di non prendere sottogamba l’impegno. Vietatissimo commettere un errore del genere.

Nonostante le svariate assenze, non sarà semplice scardinare la difesa rossoverde. La Ternana adotterà un atteggiamento prudente, provando ad evidenziare un’attenta ed oculata disposizione tattica, un’organizzazione di gioco notevole e sfruttando le ripartenze. Sapendo di avere in organico giocatori come Bojinov ed Avenatti, potenzialmente letali negli ultimi metri. Il Catania, dal canto suo, risponderà con gente del calibro di Rosina, Castro, Calaiò e Maniero.

Non è facile fare coesistere i quattro, Marcolin c’è riuscito in occasione del derby di Sicilia stravinto con il Trapani e potrebbe giocarsi la stessa carta venerdì sera. Tuttavia non sarà disponibile lo squalificato Sciaudone, centrocampista tatticamente prezioso, in quanto ago della bilancia del Catania. A dare una mano alla squadra di Marcolin penserà il popolo rossoazzurro, che riempirà il Massimino in gran numero sognando il quinto successo consecutivo. Catania e Ternana a caccia di un risultato che imprimerebbe lo sprint decisivo in questo finale di stagione.

Commenti