Catania, buio pesto. Il Foggia vince senza troppi sforzi

Catania, buio pesto. Il Foggia vince senza troppi sforzi

CATANIA – Quarta sconfitta consecutiva per il Catania. L’intera posta in palio va al lanciatissimo Foggia, vittorioso per 1-0 allo stadio “Angelo Massimino”. Un successo meritato, ottenuto con il minimo sforzo. Catania spuntato, con le idee confuse e che produce pochissimo negli ultimi metri. Uniche vere palle gol rossoazzurre nel quarto d’ora finale con Bergamelli che, di tacco, colpisce la traversa e Di Grazia che, nello sviluppo della medesima azione, calcia fuori da posizione favorevole. Per il resto il Foggia si fa preferire in termini di possesso palla, personalità e pericolosità sotto porta.

In più di una circostanza i satanelli hanno sfiorato la marcatura con Di Piazza, venendo premiati ad inizio ripresa da Gil Drausio che, sfortunatamente, deposita il pallone nella propria rete. Il Catania tenta di reagire, in qualche rara occasione crea situazioni di pericolo nell’area di rigore foggiana ma non riesce a piazzare la stoccata decisiva. Il Foggia si difende con ordine ed è scaltro, gioca con compattezza, corre pochi rischi. A fine gara, inevitabili i fischi ed i cori di disappunto dei pochi sostenitori etnei presenti sugli spalti.

CATANIA-FOGGIA, TABELLINO PARTITA

MARCATORE48′ Gil Drausio aut.

FORMAZIONE CATANIA (4-3-3): Pisseri; Parisi, Gil Drausio, Bergamelli, Marchese; Biagianti, Scoppa, Bucolo (70′ Tavares); Di Grazia, Mazzarani (79′ Pozzebon), Russotto.
A disp. di Giovanni Pulvirenti: Martinez, Mbodj, De Rossi, Longo, Djordjevic, Manneh, Di Stefano, Piermarteri, Fornito, Barisic.

FORMAZIONE FOGGIA (4-3-3): Guarna; Loiacono, Martinelli, Coletti, Rubin (84′ Figliomeni); Agnelli, Agazzi, Deli (62′ Gerbo); Chiricò (62′ Sainz Maza), Mazzeo, Di Piazza.
A disp. di Giovanni Stroppa: Tucci, Sanchez, Empereur, Dinielli, Vacca, Martino, Sicurella, Sarno, Pompilio.

NOTE: 1′ di recupero primo tempo;4′ di recupero secondo tempo.

AMMONITI: Martinelli, Scoppa, Loiacono, Coletti.

Commenti