Berretti, il Catania domina a Lecce e passa ai quarti: scudetto nel mirino?

Berretti, il Catania domina a Lecce e passa ai quarti: scudetto nel mirino?

CATANIA – Una vittoria straordinaria, che adesso rende la Berretti una delle favorite per vincere la lotteria della pole scudetto.

Con la vittoria della Paganese due settimane fa e quella degli azzurrostellati sul Lecce, al Catania bastava soltanto un punto per accedere alla fase successiva ma i rossazzurri fanno fuori i salentini dominando in trasferta, dove hanno vinto con il tondo risultato di 3-0 accedendo ai quarti di finale come prima classificata.

Congedato Gaetano Bellia come allenatore, autore di un finale di stagione importante, è tornato sulla panchina dei giovani rossazzurri Giovanni Pulvirenti dopo l’esperienza con la prima squadra.

Al “Comunale” di San Pancrazio Salentino sono state decisive le reti di Rizzo, Papaserio e Napolitano.

Nei primi minuti di gioco è il Lecce a fare la partita, vista l’ardua impresa che lo attendeva (vincere con 5 goal di scarto per passare come prima o sperare che una vittoria basti per qualificarlo come migliore seconda), ma il Catania non perde la testa e rimane solido e ben messo in campo. L’unica clamorosa azione del primo tempo è proprio degli ospiti, che alla mezz’ora colpiscono il palo al primo affondo: il difensore Noce strappa palla ad un avversario giallorosso, Cortese, e fa partire il contropiede. Ben servito Di Stefano, centrocampista rientrato alla Berretti insieme con Manneh, che però scarica sul palo destro. A quel punto c’è un’altra opportunità per passare in vantaggio ed è per Bonaccorsi, che si vede negare dal portiere Foscarini in area la rete del possibile 0-1.

Nella ripresa, poi, tutto fila più liscio che mai: al 52′ viene fischiato un calcio di rigore in favore dei rossazzurri per un fallo su Biondi. Dal dischetto si presenta Rizzo che non sbaglia e spiazza Foscarini.

Il Lecce non ha la giusta reazione per trovare il pareggio e crolla dieci minuti più tardi, quando gli etnei di mister Pulvirenti chiudono la pratica: azione personale del mediano Maccioni, che ci mette anche il fisico per proteggere palla visto l’intervento dei difensori giallorossi per evitare che avanzasse. Napolitano segue l’azione, gli chiede palla, la ottiene e da pochi passi trafigge per la seconda volta la porta del Lecce.

Catania straripante, che festeggia il tris all’85’: Papaserio mette il piede sull’acceleratore e ne salta due in un colpo solo, avanza palla al piede e non lascia scampo a Foscarini. 0-3.

L’estremo difensore giallorosso è il migliore in campo dei pugliesi, in quanto a parte le tre reti subite para tutto quello che può e riceve gli applausi dal pubblico presente sugli spalti. Finisce la corsa del Lecce, prosegue alla grande quella del Catania.

I rossazzurri accedono così ai quarti di finale da prima classificata insieme con Como, Reggiana, Renate, Livorno e Fidelis Andria. Passano come migliori seconde, invece, Juve Stabia e Modena spedendo a casa Tuttocuoio, Prato, FeralpiSalò e Paganese. Il Catania è stata l’unica squadra a passare ai quarti vincendo entrambe le partite.

Adesso il sorteggio, che verrà effettuato domani. Il Catania potrà incontrare tutte le squadre qualificate, in quanto la Paganese non è riuscita a passare il turno.

Queste le parole di mister Pulvirenti rilasciate tramite i canali ufficiali della società del Catania: “I meriti della qualificazione sono diffusi e voglio sottolineare, in particolare, l’affiatamento giusto tra tutti i ragazzi: piena sintonia con i compagni rientrati dalla prima squadra, ai quali sono stati offerti immediato supporto ed i consueti riferimenti. In questo senso, è stata fondamentale l’opera di Gaetano Bellia ed Antonio Torrisi, più che preziosi componenti dello staff tecnico: la compattezza, ad ogni livello, è il nostro valore aggiunto. La gara odierna è stata intelligente: attenzione e ripartenza nel primo tempo; piena espressione di gioco, legittimata dai gol, nella ripresa”.   

Questa una foto dei festeggiamenti, postata da Kalifa Manneh su Instagram al termine del match:

IMG_4499

IL TABELLINO

Stadio Comunale “Mazzotta” di San Pancrazio Salentino

LECCE-CATANIA 0-3

Marcatori: st 8° Rizzo su rigore, 22° Napolitano, 42° Papaserio.

LECCE: Foscarini; Mangione, Muci, Perrone, Pasculli (24°st Giglio), Cancelli, Lezzi, Mengoli (1°st Morra), Cortese (1°st Cavaliere), Maiolo, Rosafio. A disposizione: Petrarca; Bolognese, Marra, Mosca. Allenatore: Luperto.

CATANIA: Spataro; Longo, Manneh, Ferraù, Noce, Bonaccorsi, Maccioni, Di Stefano, Napolitano (40°st Pannitteri), Rizzo (25°st Papaserio), Biondi (10°st Pantò). A disposizione: Manno; Indelicato, Costantino, Condorelli, Calì, Papaserio, Giuffrida. Allenatore: Pulvirenti.

AMMONITI: Cavalieri (L) e Manneh (C).

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.

ASSISTENTI: Lacalamita e Viola di Bari.

Commenti