'Benino' in casa, bene in trasferta, Palermo con un occhio alla Serie A: il cammino nel girone d'andata - Newsicilia

‘Benino’ in casa, bene in trasferta, Palermo con un occhio alla Serie A: il cammino nel girone d’andata

‘Benino’ in casa, bene in trasferta, Palermo con un occhio alla Serie A: il cammino nel girone d’andata

PALERMO – Dopo la beffa clamorosa della scorsa stagione, in finale playoff contro il Frosinone, il Palermo è chiamato, quest’anno, a ritentare la cavalcata verso la Serie A. Un cammino non semplice, vista la folta concorrenza, ma che al momento sorride alla formazione siciliana.

Grazie alla vittoria ottenuta sul difficile campo del Cittadella (0-1), gli uomini allenati da Roberto Stellone hanno raggiunto il titolo formale di campioni d’inverno. I rosanero hanno 37 punti in classifica, ottenuti con 10 vittorie, 7 pareggi e una sola sconfitta (quella in casa del Brescia lo scorso 25 settembre).




I rosanero possono contare sul secondo miglior attacco del campionato (30 gol fatti) e sulla miglior difesa (13 gol subiti). I siciliani, infatti, hanno dimostrato grande compattezza, sopratutto nella fase difensiva: nelle 18 partite disputate, in 7 occasioni la porta è rimasta inviolata.

Nonostante in casa non siano ancora arrivate sconfitte, il Palermo ha perso qualche punto di troppo. Su 9 partite giocate al “Renzo Barbera”, sono 4 i pareggi, tutti con avversari alla portata della compagine in rosa (Cremonese, Venezia, Benevento e Livorno). In una classifica delle sole partite giocate tra le mura amiche, la squadra di Stellone si ritroverebbe al quinto posto in classifica, dietro anche a Salernitana e Ascoli.

Discorso diverso, invece, per le sfide lontano dalla Sicilia. Nonostante, l’unica sconfitta contro il Brescia (citata poco sopra), il Palermo può vantare il miglio trend di tutto il campionato di Serie B: 18 punti, 5 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta. 

Capitolo mercato. A meno di clamorose partenze (si pensa a un possibile addio di Andrea Rispoli, direzione Bologna), i rosanero non dovrebbero intervenire sul mercato. La nuova proprietà inglese, ufficializzata definitivamente il 29 dicembre dopo l’addio di Maurizio Zamparini, ha imposto la regola dell’autofinanziamento.

Nelle ultime ore, si sono fatti i nomi di Gianluca Lapadula (Genoa) Billy Sharp (Sheffield United): a meno di clamorosi stravolgimenti, i due calciatori non raggiungeranno la Sicilia a gennaio. Non è escluso, però, che se ne possa riparlare a giugno, quando si saprà con certezza il destino della squadra di Stellone.