Naya Rivera è morta per salvare il figlio: i dettagli della scomparsa dell’attrice 33enne

Naya Rivera è morta per salvare il figlio: i dettagli della scomparsa dell’attrice 33enne

L’attrice Naya Rivera è morta per salvare la vita al figlio di quattro anni. È quanto dichiarato dallo sceriffo della contea di Ventura, in California, dove è stato ritrovato il cadavere della star americana.


Secondo quanto riferito dallo sceriffo Bill Ayub alla Cnn, l’ex protagonista della serie tv Glee avrebbe usato tutte le sue forze per riportare il figlio sulla barca, ma non ne avrebbe avute più per mettersi in salvo.


Il corpo della 33enne è stato recuperato ieri nel Lago Piru.


Il figlio Josey aveva dichiarato agli investigatori che lui e la madre avevano fatto un bagno nel lago, ma che Naya Rivera non sarebbe tornata sulla barca. Pare che il piccolo abbia visto la madre sparire sotto la superficie dell’acqua.



Il corpo della 33enne è stato ritrovato nel giorno del settimo anniversario della scomparsa del collega Cory Montheit, il quarterback Finn Hudson della serie, morto a causa di un mix di farmaci e alcol in un albergo di Vancouver.

Fonte foto: yahoo.com