Lo stilista catanese Matteo Siculo dedica la sua intera attività alla creazione di mascherine gratuite contro il contagio da Coronavirus

Lo stilista catanese Matteo Siculo dedica la sua intera attività alla creazione di mascherine gratuite contro il contagio da Coronavirus

CATANIA – Riuscire a trovare una mascherina per evitare il contagio attraverso le goccioline che si emettono non soltanto con la tosse, ma anche parlando, è quasi impossibile e per cercare di porre rimedio a questa mancanza molti artigiani e stilisti hanno deciso di prendere in mano la situazione creandole direttamente nella proprie fabbriche e laboratori.

È il caso dello stilista catanese Matteo Siculo, presidente del Leo Club Catania Mediterraneo che insieme alla sua famiglia ha scelto, in questo particolare momento storico, di mettere da parte lustrini e paillettes per produrre solo mascherine da offrire gratuitamente ai comuni e a tutti coloro che ne hanno più bisogno.


Dopo una trafila burocratica – dichiara lo stilista catanese – abbiamo ricevuto da parte dell’Inail e dell’Istituto Superiore di Sanità la licenza europea per poter realizzare le mascherine a cui, dalla scorsa settimana, stiamo dedicando tutte le nostre forze”. Ed ancora aggiunge: “È un’iniziativa nata per aiutare e combattere il momento di difficoltà, perché dall’impegno del singolo nasce la forza della comunità civile”.

Un progetto solidale senza scopo di lucro che, grazie al sostegno dei Lions club di tutta la Sicilia e di molti Enti privati che stanno fornendo le materie prime come i tessuti, ha visto donare già 3.000 mascherine al Comune di Aci Sant’Antonio, sede del laboratorio sartoriale, e ad alcuni Enti e ai volontari di Telethon.



I macchinari che vengono utilizzati per la produzioni di mascherine – continua Matteo Siculo – sono molto simili a quelli che noi utilizziamo per la realizzazione di qualsiasi prodotto dall’abito da sera ai tendaggi. Lavoriamo senza sosta anche durante il fine settimana, perché ogni momento è prezioso e nulla può essere lasciato al caso”. Sul tipo di tessuto utilizzato dichiara: “Il materiale adoperato è il tessuto TNT del peso di 60g che presenta una patina semi plastificata, il quale può essere lavato e riutilizzato”.