I Soldi Spicci: “Sì, stiamo 'insieme' anche nella vita” - Newsicilia

I Soldi Spicci: “Sì, stiamo ‘insieme’ anche nella vita”

I Soldi Spicci: “Sì, stiamo ‘insieme’ anche nella vita”

CATANIA – Difficile definire l’incontro con “I Soldi Spicci” una semplice intervista, poiché è impossibile non farsi trascinare dalla loro vitalità e inarrestabile voglia di non prendersi troppo sul serio. Successi, notorietà e bravura vissuti con l’intelligenza di una grande opportunità. Annandrea Vitrano e Claudio Cassisa piacciono a tutti non solo ai giovanissimi ma anche a chi i vent’anni li ha superati da un po’. Reduci da una fortunata tournee che li ha visti protagonisti in giro per l’Italia li incontriamo al teatro Abc dietro le quinte della terza edizione di “Meraviglioso” con la conferma del dubbio diventato realtà che sono una coppia nella vita e non solo sulla scena.

Finalmente è stato svelato il mistero: “State insieme” e l’avete annunciato in grande stile con un tour che percorre tutta l’Italia…




“Eh sì, purtroppo stiamo insieme – dichiara con coinvolgente ironia Annandrea Vitrano – abbiamo annunciato pubblicamente a tutti questa brutta notizia… pazienza. Felici o disperati della nostra condizione di coppia non solo artistica abbiamo deciso di fare una grande festa, uno show che parlasse di quest’evento”.

Ma tra i due chi comanda?

“Domanda dispettosa. Secondo te chi può comandare? – incalza Claudio Cassisa guardandomi con aria pietosa mentre sorride soddisfatta Annandrea – Sicuramente non io. Noi maschietti siamo costretti a subire, subire e ancora subire il vostro volere. Non è vero che comando io – irrompe Annandrea – basta solamente che lui mi guardi per capire chi ha ragione”.

Uno show che ha registrato sold out in tutte le date anche in città come Torino. Possiamo dire che dopo Garibaldi i Soldi Spicci hanno riunito l’Italia?

(ridono)

“I torinesi ci hanno regalato grandi applausi non è vero che sono freddi, era davvero difficile non coinvolgere anche il freddo nord, anche se è giusto dire che a Torino ci sono più siciliani che in Sicilia e vabbè vabbè – conclude Claudio prima di lasciare la parola ad Annandrea -. Abbiamo appena terminato le dodici richiestissime repliche di “Si stiamo insieme” e  siamo pronti a riprendere il nostro viaggio per i teatri siciliani e poi ritorneremo a ripercorrere tutta l’Italia”.

La vostra forza è la semplicità, i vostri video conquistano tutti senza distinzione di età, ma come fate ad essere così veri?

“È tutto merito mio – riprende Claudio Cassisa – ma in realtà quando si fa qualcosa che piace non possiamo far altro che trasmettere la nostra emozione che fortunatamente arriva subito al pubblico che ci segue sempre più numeroso e affettuoso godendoci la gioia di questo momento”.