Da idolo dei palcoscenici a "minaccia per la sicurezza": Al Bano nella "lista nera" del Ministero della Cultura ucraino - Newsicilia

Da idolo dei palcoscenici a “minaccia per la sicurezza”: Al Bano nella “lista nera” del Ministero della Cultura ucraino

Da idolo dei palcoscenici a “minaccia per la sicurezza”: Al Bano nella “lista nera” del Ministero della Cultura ucraino

Da rappresentante della musica italiana nei palcoscenici di tutto il mondo a presunta “minaccia per la sicurezza” in pochi minuti: è accaduto a uno dei protagonisti della scena della musica leggera nazionale, Albano Carrisi, 75 anni.

Il celebre cantante pugliese, infatti, è stato inserito nella “lista nera” degli individui considerati una minaccia per la sicurezza nazionale (che al momento contiene ben 147 persone) dal Ministero della Cultura ucraino. Il provvedimento è stato eseguito su richiesta del Consiglio di Sicurezza e Difesa nazionale dell’Ucraina.



Poche ore dopo la diffusione della notizia, riferita dall’agenzia Interfax, se ne parla praticamente ovunque: media italiani e stranieri, ma anche autorità politiche e personaggi pubblici da ogni parte del globo.

Decisamente un “brutto colpo” per il 75enne, che assieme alla ex moglie Romina Power era diventato celebre in tutti i territori appartenenti all’ex Unione Sovietica negli anni Ottanta e Novanta.


Sono ancora poco chiari i motivi del provvedimento nei confronti del cantante: a mettere a repentaglio la sua posizione di prestigio in Ucraina potrebbe essere stata l’amicizia con il presidente russo, Vladimir Putin, verso il quale ha sempre espresso parole di ammirazione.

Immagine di repertorio

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.