Al teatro Turi Ferro in scena “Taxi a due piazze”, l’esilarante commedia dei doppi sensi - Newsicilia

Al teatro Turi Ferro in scena “Taxi a due piazze”, l’esilarante commedia dei doppi sensi

Al teatro Turi Ferro in scena “Taxi a due piazze”, l’esilarante commedia dei doppi sensi

CATANIA – La compagnia “Panta Rei”, nata dall’amore per il teatro dell’attore e showman Valerio Caponetto, andrà in scena domenica 10 febbraio insieme con l’associazione Ateneo di Andrea Filetti.

Gli spettacoli si terranno al teatro Turi Ferro di Acireale, nel Catanese, alle ore 17,30 e alle 21 con la commedia “Taxi a due piazze”, del commediografo inglese Ray Cooney e con la direzione di Franco Colaiemma.



“Per questa prima stagione teatrale abbiamo scelto l’umorismo pungente e sarcastico tipico del teatro inglese – dichiara Caponetto –, con l’obiettivo di riavvicinare i giovani all’arte del palcoscenico contrastando con ogni mezzo la pesante crisi culturale dei nostri tempi”.

Un classico del teatro moderno già rappresentato a Catania nel 1987, con il regista Colaiemma ai tempi nel ruolo del taxista bigamo Mario Rossi, oggi interpretato da Caponetto, che furbescamente riesce a gestire tranquillamente la sua doppia vita grazie a un perfetto e matematico incastro di turni di lavoro e necessari finti impegni improvvisi per non far scoprire la tresca alla moglie (Lucia Debora Chiaia) e all’amante (Serena Leonardi).


Fin quando, per un fatale incidente, l’arcano intreccio sta per essere scoperto generando una serie di esilaranti gag al limite del possibile.

“Sono consapevole – continua il protagonista dello spettacolo – che in questa nuova avventura artistica i miei compagni di viaggio e io troveremo tante difficoltà per realizzare il nostro progetto, ma la voglia di raccontare in chiave nuova e soprattutto ironica vizi e virtù dell’uomo moderno è più forte perché il teatro è la vita di tutti i giorni racocntata con la belleza della parola ed è impossibile non subirne il suo fascino”.

Insieme con Caponetto, sul palco ci saranno Raimondo Catania, Giuseppe Pulvirenti, Giuseppe Cultraro e Antonio Pulvirenti, oltre ai già citati Franco Colaiemma, Serena Leonardi e Lucia Debora Chiaia.