Dalla Sicilia a “Tu si que vales” un piccolo batterista dal grande talento: Alessandro incanta tutti suonando i System of a Down

Dalla Sicilia a “Tu si que vales” un piccolo batterista dal grande talento: Alessandro incanta tutti suonando i System of a Down

SIRACUSA – Un’esplosione di simpatia e dolcezza accompagnata da un immenso talento: queste sono le poche parole che possono riassumere la splendida impressione che i telespettatori hanno avuto di Alessandro Massimo Baviera, il piccolissimo batterista che ha sbalordito giudici e giuria popolare a “Tu sì que Vales”, il programma televisivo dedicato ai talenti italiani.


Viene da Siracusa e ha solo 5 anni il piccolo Alessandro, ma la sua bravura alla batteria sulle note di “Toxicity” dei System of a Down sembra essere quella di qualcuno che ha studiato per tutta la sua vita.


Alessandro ha raccontato di essere un autodidatta, aiutato “un pochino dal papà, che però suona la chitarra, come da lui stesso descritto. Sembrerebbe che al centro del suo talento ci sia anche una grande capacità di ascoltare – questo lo spiega il padre, intervenuto a fine esibizione – nata fin da quando era in fasce: “Lui è autonomo, ascolta e impara”.

Tanto tempo fa aveva un gruppo (il papà) e suonavano le canzoni degli Iron Maiden, ormai il suo gruppo lo ha lasciato per stare un poco con me“, aggiunge il piccolo che quasi non si rende conto dello splendido messaggio che ha mandato a chiunque lo stesse ascoltando. Ogni affermazione di Alessandro, infatti, è stata accompagnata da un’espressione di apprezzamento da parte del pubblico, incantato dalla semplicità del biondino talentoso e un po’ dal suo accento già marcato e tipicamente siculo, che lo ha subito “tradito” con Maria De Filippi.

Alessandro e le due manine veloci portano a casa un bel 99% di sì, oltre che il voto unanime della giuria, secondo la quale il siracusano di soli 5 anni, certamente vale.

 

 

Fonte foto e video Facebook Alessandro Massimo