Succede a Siracusa e provincia: 27 settembre MATTINA

Succede a Siracusa e provincia: 27 settembre MATTINA

SIRACUSA – Le operazioni più importanti condotte da carabinieri e polizia a Siracusa e provincia:


  • Nell’ambito di predisposti controlli ai soggetti che in città sono sottoposti a misure limitative della libertà personale, agenti delle Volanti hanno denunciato due siracusani, rispettivamente di 40 e 21 anni, per aver violato gli obblighi cui sono destinatari. Inoltre, agenti delle Volanti, nel corso di un rituale controllo su strada, hanno segnalato, all’Autorità Amministrativa competente, un siracusano di 31 anni per uso personale di cocaina. All’uomo, che si trovava alla guida di un motociclo, è stata ritirata la patente di guida e sequestrato il mezzo;
  • I carabinieri della locale stazione, insieme a militari dell’Aliquota Radiomobile di Augusta, hanno arrestato per furto aggravato in concorso, Giuseppe Molino, 31enne, pregiudicato catanese. Una telefonata pervenuta al numero d’emergenza 112 aveva segnalato ai carabinieri che ignoti avevano compiuto un furto in un vigneto nelle campagne di Licodia Eubea e che si erano dileguati a bordo di una Fiat Stilo di colore grigio. I militari, intuendo il percorso che avrebbero potuto seguire i malviventi, sono riusciti a intercettarli lungo la S.S. 194 e hanno immediatamente cercato di fermarlo imponendo loro l’alt. I delinquenti tuttavia, malgrado i Militari avessero attivato i lampeggianti e le sirene, hanno continuato la loro fuga cercando di sottrarsi alla cattura. Dopo un breve inseguimento, però, non riuscendo a seminare i carabinieri, i malviventi hanno abbandonato il veicolo e si sono dati alla fuga a piedi per le campagne limitrofe. I militari sono riusciti a bloccare e ad arrestare uno dei ladri e a recuperare tutta la refurtiva, consistente in 500 chili di uva, successivamente restituita al legittimo proprietario. L’arrestato, dopo le formalità, è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso la sua abitazione, in regime di arresti domiciliari;
  • Alle prime luci dell’alba della giornata di ieri, i carabinieri della Tenenza di Floridia, impiegati in un mirato servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori nelle aree più periferiche della città, hanno arrestato per il reato di evasione e furto aggravato, Mahadi Jahili, marocchino 36enne, disoccupato. Il cittadino marocchino, sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella propria abitazione del comune floridiano, è stato sorpreso nei pressi di un bar dai Carabinieri, che lo hanno notato e riconosciuto mentre stava scendendo da un’autovettura che aveva poco prima trafugato. L’uomo è stato immediatamente bloccato dai militari ed accompagnato nei locali della Tenenza, e all’esito delle formalità è stato posto a disposizione dalla Autorità Giudiziaria nella Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa. L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario.