Siracusa e Augusta nel mirino dei controlli: perquisizioni, sanzioni, denunce e anche due arresti

Siracusa e Augusta nel mirino dei controlli: perquisizioni, sanzioni, denunce e anche due arresti

SIRACUSA – Una vasta e coordinata azione di contrasto alla commissione dei reati e ai comportamenti pericolosi (assenza di cinture, uso del cellulare e mancanza di assicurazione) sulle strade da parte degli automobilisti è stata svolta nei giorni scorsi dai carabinieri delle compagnie di Augusta e Siracusa.


I servizi effettuati, oltre a vigilare le zone più sensibili della giurisdizione sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, sono stati altresì mirati a far rispettare le misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid, emanate negli ultimi Dpcm, con numerose ispezioni e posti di controllo in corrispondenza delle principali arterie stradali cittadine ed extraurbane dando altresì impulso all’azione di prevenzione e al contrasto ai comportamenti potenzialmente di maggiore pericolo.

Durante i servizi di controllo e vigilanza sulle strade, i carabinieri hanno controllato 20 esercizi commerciali, 321 persone e 182 veicoli, eseguendo 23 perquisizioni e contestando diverse violazioni al Codice della Strada, tra cui:


  • 5 contestazioni per mancato utilizzo delle cinture di sicurezza;
  • 2 contestazione per guida con telefono cellulare;
  • 1 contestazione per mancanza di copertura assicurativa RCA;
  • 1 contestazione per guida con veicolo già sottoposto a sequestro amministrativo;
  • 2 contestazioni per guida senza la prescritta patente di guida;
  • 2 contestazioni per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Per queste ultime 2 violazioni, che hanno natura penale, i trasgressori sono stati deferiti all’autorità giudiziaria. I soggetti infatti, sottoposti all’esame dell’alcooltest, sono risultati positivi per aver largamente superato il limite tollerato dalla legge (0,5 g/litro): è stato riscontrato nel primo caso un tasso alcolemico doppio al consentito mentre, nel secondo caso, addirittura sette volte superiore.

Le sanzioni contestate ammontano a un importo di circa 14mila euro, e sono stati ritirati 4 documenti di circolazione e sottratti complessivamente 35 punti dalle patenti di guida. Anche sul piano repressivo i risultati sono stati evidenti.

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del comando compagnia di Augusta, durante una perquisizione veicolare e personale hanno infatti sorpreso e segnalato alla Prefettura aretusea un giovane trovato in possesso di 0,5 grammi di marijuana; mentre quelli della Stazione di Lentini, a seguito di perquisizione domiciliare, hanno denunciato alla procura della Repubblica di Siracusa un giovane che deteneva nella sua abitazione, abilmente nascosti nei mobili del vano soggiorno, 17 grammi di marijuana.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Siracusa hanno invece rintracciato ed arrestato 2 persone, dando corso ad altrettanti ordini di esecuzione pena detentiva in carcere, entrambi emessi dalla procura della Repubblica di Siracusa.

Trattasi di:

  • Marco Grassi, siracusano 45 anni, disoccupato e pregiudicato, dovendo questi espiare una pena di 2 mesi e 27 giorni di reclusione, poiché responsabile di evasione e furto aggravato in abitazione commesso a Siracusa nel giugno 2017;

Marco Grassi

  • Stefano Fortezza, siracusano 37enne, disoccupato e pregiudicato, dovendo questi espiare una pena di 5 anni, 8 mesi e 17 giorni di reclusione, poiché responsabile di furto aggravato commesso dal 2016 al 2018.

Stefano Fortezza 

Entrambi i soggetti, ultimate le formalità del caso, sono stati trasferiti al carcere di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), come disposto dall’autorità giudiziaria competente.