Sicurezza balneare, la Guardia Costiera di Siracusa emana una nuova Ordinanza

Sicurezza balneare, la Guardia Costiera di Siracusa emana una nuova Ordinanza

SIRACUSA – Dopo una serie di incontri tematici, finalizzati ad illustrare gli aggiornamenti normativi intervenuti e ad attuare un momento di confronto e coordinamento in materia di sicurezza marittima, la Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Siracusa ha emanato oggi la nuova Ordinanza di sicurezza Balneare n. 58/2022 riferita all’ambito del Compartimento marittimo di giurisdizione, che si estende a Nord dal “Faro Penisola Magnisi”, nel Comune di Melilli, fino a sud in corrispondenza della foce del “Pantano Longarini” e ricadente nel territorio di Pachino.

In aderenza alle norme e disposizioni al riguardo emanate dallo Stato e dalla Regione Sicilia, nonché nel rispetto degli indirizzi di coordinamento dettati dalla Direzione Marittima di Catania, il Comandante della Capitaneria aretusea, il Capitano di Vascello Sergio Lo Presti ha, infatti, ritenuto importante e costruttivo stabilire – sin dal termine della precedente stagione balneare – un contatto con i vari soggetti a vario titolo interessati sia sotto il profilo istituzionale e professionale che sotto quello ludico-ricreativo, ovvero:


  • i comuni costieri e le rispettive Polizie locali, l’assessorato Regionale Ambiente, il Consorzio AMP Plemmirio, il Corpo Forestale Regionale e la Soprintendenza del mare;
  • gli operatori commerciali operanti a livello locale nel settore della nautica da diporto (locatori e noleggiatori e diving);
  • i rappresentanti degli albergatori e dei titolari degli stabilimenti balneari;
  • le forze di polizia operanti in mare.

In breve nei vari incontri, tenutisi nel mese di maggio scorso, il personale della Capitaneria ha trattato le seguenti tematiche:

  • obbligatorietà del servizio di salvamento in mare attraverso gli assistenti bagnanti;
  • l’importanza, ai fini informativi e preventivi, della presenza delle boe e dei gavitelli di segnalazione delle zone riservate alla balneazione e/o pericolose per i bagnanti, unitamente all’affissione/apposizione dei cartelli monitori di avviso di pericolo;
  • le novità normative intervenute in materia di locazione e noleggio di unità navali da diporto;
  • i pericoli costituiti dalle zone costiere soggette a fenomeni di erosione e i fondi regionali disponibili per la messa in sicurezza per i contesti costieri interessati;
  • gli aspetti rilevanti che caratterizzano il litorale siracusano sotto il profilo della tutela della flora e della fauna marittima, con la presenza dell’Area marina protetta;
  • i liberi e sicuri accessi anche per soggetti diversamente abili delle aree demaniali marittime e della battigia;
  • le azioni di coordinamento, per i controlli svolti in mare in materia di sicurezza balneare.

In ultimo è stata ribadita l’importanza delle disposizioni contenute nella nuova Ordinanza di sicurezza balneare che, rispetto alla precedente, in particolare riporta un aggiornamento delle zone costiere soggette ad interdizione per motivi di sicurezza, l’introduzione del nuovo regolamento sulla locazione e noleggio delle unità da diporto che contempla anche i moderni natanti a propulsione elettrica.

Gli uomini e le donne della Capitaneria di porto di Siracusa svolgeranno al riguardo le istituzionali attività di polizia marittima e sicurezza in mare, in sinergia con le altre Forze di polizia ed istituzioni, per consentire una serena e sicura fruizione dei nostri litorali e per la tutela dell’ambiente marino.

Clicca qui per consultare la nuova ordinanza balneare sul sito web della Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Siracusa, alla voce Ordinanze