Perquisizione in una zona rurale, scattano 5 arresti e diverse denunce: sequestrate anche armi da fuoco e droga

Perquisizione in una zona rurale, scattano 5 arresti e diverse denunce: sequestrate anche armi da fuoco e droga

SIRACUSA – I carabinieri del comando provinciale di Siracusa, supportati dal Nucleo Cinofili di Nicolosi (Catania), dallo Squadrone Eliportato dei Cacciatori di Sicilia e dagli Artificieri del comando provinciale di Catania, hanno eseguito delle perquisizioni in una zona rurale tra il capoluogo e Floridia.

Durante le operazioni sono state arrestate 5 persone:


  • un pregiudicato siracusano di 51 anni e il figlio minorenne di 17 anni per detenzione di stupefacenti, poiché in possesso di circa 5 chili e mezzo di hashish e marijuana, 1.800 euro in contanti e 2 pistole calibro 7,65 e calibro 22. Il minorenne non era estraneo all’attività criminale del padre e durante le perquisizioni si è dato dal retro dell’abitazione portando con sé un bidone in plastica, precedentemente semi interrato, in cui era nascosta gran parte della droga e una pistola. I militari lo hanno raggiunto e arrestato e su ordine della Procura dei Minori collocato in un centro di accoglienza, mentre il padre del ragazzo è stato portato in carcere;

 

  • un siracusano incensurato di 55 anni è stato trovato in possesso di due pistole e 2 carabine ad aria compressa, oltre che a 250 grammi di un pericolosissimo esplosivo da cava sul quale sono in corso indagini per stabilire provenienza e relativa miccia con detonatori. Il predetto materiale è stato immediatamente preso in custodia dagli artificieri per provvedere alla distruzione in sicurezza, l’arrestato anche in questo caso è stato portato in carcere;

 

  • finiscono invece ai domiciliari altri due pregiudicati responsabili, rispettivamente di evasione e detenzione di piccole quantità di stupefacenti.

 

Nel corso delle operazioni sono state denunciate ulteriori 5 persone per diversi reati, tra cui guida senza patente, guida in stato di ebbrezza e porto abusivo di coltello e oggetti atti ad offendere.

Continua incessante l’attività di controllo da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa al fine di affermare che non esistono zone franche.

Le immagini video