Lotta alle piazze di spaccio, carabinieri irrompono in casa e trovano banchetto “apparecchiato”

Lotta alle piazze di spaccio, carabinieri irrompono in casa e trovano banchetto “apparecchiato”

SIRACUSA – Continua senza sosta la lotta alle “piazze dello spaccio” siracusane che, nel pomeriggio di ieri, ha portato all’arresto, in flagranza del reato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente, di Francesco Giudice, di 31 anni, e Roberta Ferrara, di 57 anni, entrambi già noti alle forze di polizia.


I controlli antidroga che si svolgono quotidianamente, nella giornata di ieri, si sono concentrati in un complesso di edilizia popolare nella zona della Mazzarrona, dove gli agenti della Squadra Mobile, dopo essere entrati nell’appartamento in uso all’odierna arrestata che ha scambiato i poliziotti per degli acquirenti, hanno sorpreso un giovane intento a cedere una dose di droga ad un ragazzo, trovando all’ingresso dell’abitazione un banchettoapparecchiato” con la droga già suddivisa in dosi per lo spaccio al dettaglio.

Proseguendo la perquisizione, è stato rinvenuto del denaro frutto dell’attività di spaccio e si è constatato che l’abitazione era controllata da un sistema di videosorveglianza.


La perquisizione si estendeva all’abitazione di Francesco Giudice, sita di fronte a quella di Roberta Ferrara, dove gli agenti hanno rinvenuto, all’interno di un cassetto di un mobile posto nel salone/cucina, 1 bilancino di precisione intriso di cocaina, 1,5 di marijuana e 0,5 di hashish.

Complessivamente, sono stati rinvenuti e sequestrati circa 110 grammi di hashish e 60 grammi di marijuana e i due arrestati, la cui attività veniva pubblicizzata su internet, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria.