Isola di Ortigia e criminalità, il bilancio dei controlli tra abusivismo e truffe

Isola di Ortigia e criminalità, il bilancio dei controlli tra abusivismo e truffe

SIRACUSA – I carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa, con la collaborazione del locale Comando di polizia municipale, hanno effettuato controlli amministrativi per verificare la regolarità di attività commerciali operanti nel settore turistico, in particolare il servizio riguardante il trasporto dei turisti attraverso i cosiddetti “calessini” e gli “info-point” concernente l’accompagnamento dei turisti da parte di guide nelle aree di interesse del capoluogo.

Nel corso dell’attività sono state riscontrate violazioni che hanno portato al fermo amministrativo di un veicolo condotto da un siracusano, con precedenti di polizia, privo di certificazione di abilitazione professionale per svolgere il servizio di noleggio con conducente per trasporto di persone e alla contestuale sanzione amministrativa di 408 euro.


Ad un altro soggetto che occupava abusivamente e senza alcun titolo la sede stradale con cartellonistica di propaganda per trasporto di turisti attraverso i calessini, è stata comminata la sanzione amministrativa di 173 euro.

Nel corso del servizio è stato anche denunciato per truffa un noto pregiudicato della zona che, fingendo di far parte di associazioni impegnate nel sociale e nel culturale, importunava studenti e turisti chiedendo loro del denaro come contributo per una fantomatica opera di mantenimento dei monumenti di Ortigia.

L’attività di controllo da parte dei carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa per contrastare ogni forma di illegalità, abusivismo o turbativa dell’ordine e sicurezza pubblica continua senza sosta e con il coordinamento della locale Prefettura al fine di dare ai turisti giunti sulla storica isola ed a tutti i cittadini di Siracusa la possibilità di godere in sicurezza delle bellezze e delle attività commerciali della Città.