Droga ed estorsioni, video e spot sui social per pubblicizzare lo spaccio: 27 arresti

Droga ed estorsioni, video e spot sui social per pubblicizzare lo spaccio: 27 arresti

SIRACUSA – In esecuzione di un’ordinanza emessa dal G.I.P di Catania, la Squadra Mobile e i carabinieri di Siracusa hanno provveduto ad arrestare 27 persone, di cui 25 finite dietro le sbarre e 2 agli arresti domiciliari, per i reati di associazione a delinquere dedita al traffico di stupefacenti ed estorsione.


L’arresto è avvenuto in seguito a un’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia etnea.


Attraverso l’inchiesta “Demetra“, è stata scoperta l’attività di spaccio che due gruppi hanno posto in essere in un arco di tempo che va dal 2016 al 2019. Il gruppo di via Italia che opera nella città di Siracusa, come già emersa nell’ambito dell’operazione “Itaca” del 2012; e il gruppo di via Immordini, anch’esso dedito al traffico di stupefacenti.

I soggetti indagati hanno postato alcuni video sui social, come se si trattasse di veri e propri spot pubblicitari che li ritraevano nella loro attività di spaccio, mentre si compiacevano addirittura dei grossi compensi assicurati dalla malavita.

Molti di essi, inoltre, avevano a disposizione armi detenute illegalmente per mezzo delle quali avrebbero messo in atto delle estorsioni aggravate dal metodo mafioso.

Secondo quanto ammesso dagli inquirenti, le indagini messe a punto dalla Procura hanno permesso di rendere chiaro che il metodo utilizzato per spacciare fosse ben collaudato e pronto a ripartire anche in seguito ai numerosi arresti.

Fonte immagine Ansa.it