Canapa indiana coltivata nella stanza, i carabinieri scoprono il “segreto” di un 30enne: denunciato

Canapa indiana coltivata nella stanza, i carabinieri scoprono il “segreto” di un 30enne: denunciato

CARLENTINI – I carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Augusta e dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di stupefacenti nelle aree rurali, hanno sorpreso un 30enne pregiudicato lentinese intento a irrigare 15 piante di canapa indiana occultate nel mezzo di un uliveto di sua proprietà, sito in Carlentini (SR) in località Cannellazza.

Le attività dell’uomo non erano evidentemente estemporanee e volte a un’occasionale coltivazione, atteso che i carabinieri, eseguita una perquisizione domiciliare in un casolare presente nell’uliveto, hanno constatato che una stanza era stata già predisposta per la coltivazione “indoor” della canapa indiana.


Le finestre erano state murate, per evitare sguardi indiscreti, e una decina speciali lampade generatrici di luce e calore erano state infatti distribuite all’interno per creare l’ambiente favorevole a una futura coltura.

Le piante e l’attrezzatura sono state sequestrate, mentre l’indagato è stato denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria.