Augusta, slittato lo sbarco della nave Ong: 6 profughi si gettano in mare dalla disperazione

Augusta, slittato lo sbarco della nave Ong: 6 profughi si gettano in mare dalla disperazione

AUGUSTA – Spostato a domani lo sbarco della nave Ong di “Medici senza Frontiere“.

Lo sbarco coinvolgeva circa 470 migranti, di cui finora sono riusciti a scendere soltanto in 240. Per i restanti profughi, per motivi di sicurezza, la Prefettura di Siracusa ha deciso di non farli sbarcare al momento, attuando quindi uno slittamento.


Giunge notizia che sei migranti dalla disperazione si sono tuffati in acqua, ovviamente soccorsi dalle Forze dell’Ordine.

La Ong ha chiaramente esplicitato: “Questa mattina si sono buttati in acqua per la disperazione dopo gli undici giorni di attesa ingiustificata dal primo soccorso. Ieri le autorità italiane dopo sei ore hanno interrotto lo sbarco a metà senza spiegazioni”.

A bordo ci sono ancora 238 migranti, alcuni con fratture agli arti e con varie patologie come il diabete.

Foto di repertorio