Amano lo stesso ragazzo: minorenni picchiano rivale, aggredita anche la madre

Amano lo stesso ragazzo: minorenni picchiano rivale, aggredita anche la madre

NOTO – Al termine di una complessa attività investigativa, ieri gli agenti di polizia di Noto hanno denunciato due minorenni di 14 e 16 anni, entrambe netine, per lesioni personali dolose aggravate dalla premeditazione, minacce e atti persecutori continuati nei confronti di altra minore.


Il 18 settembre scorso, una 15enne è stata avvicinata all’uscita dall’Istituto di Istruzione Superiore da due coetanee che si sono fatte seguire da lei alle spalle dell’edificio scolastico per un faccia a faccia. Giunte dietro il plesso, la più grande delle due, di 16 anni, ha iniziato a insultarla, offenderla e minacciarla fino ad arrivare ad uno scontro fisico con percosse varie e strattonandola per i capelli fino a farla cadere a terra.


L’altra amica, 14enne, ha partecipato all’aggressione colpendo anche lei la vittima con alcuni pugni alla testa, mentre un gruppo di ragazze si era già riunito intorno a loro e sembrava quasi divertito dallo “spettacolo”. Solo qualche istante dopo, la vittima riusciva a divincolarsi e fuggire.

A far scattare le aggressioni sarebbe stato l’amore per uno stesso ragazzo. La 15enne avrebbe raccontato tutto alla madre che, poco dopo, avrebbe incrociato le due minori chiedendo spiegazioni. Per tutta risposta, anche lei sarebbe stata picchiata dalle due ragazzine che poi hanno preso a calci anche l’auto. Immediata la denuncia alla polizia.