Voto di scambio: di nuovo in libertà il deputato Pippo Gennuso

Voto di scambio: di nuovo in libertà il deputato Pippo Gennuso

SIRACUSA – Torna in libertà Giuseppe Gennuso, il parlamentare regionale arrestato lo scorso 17 aprile dai carabinieri per voto di scambio aggravato dal metodo mafioso.


Il politico sin dal primo momento si era sempre discolpato, sostenendo di non avere mai avuto un accordo con il clan e di non aver mai pagato per ottenere le preferenze.

Per queste accuse, l’imprenditore di Rosolini, in provincia di Siracusa, eletto nella lista di centrodestra Popolari e Autonomisti, era finito ai domiciliari.


Nella stessa operazione sono stati arrestati anche Francesco Giamblanco, 31enne cognato del boss di Avola Michele Crapula, e Massimo Rubino, 45enne, presunto intermediario tra la cosca e Gennuso, messo anche lui ai domiciliari. Il tribunale ha deciso di rimettere in libertà anche loro due.